Altamura, drogato al volante investe e uccide guardia giurata

Altamura, drogato al volante investe e uccide guardia giurata

 

Un uomo, una guardia giurata che era in servizio, è morto la notte scorsa dopo che la sua auto è stata investita da un’altra vettura guidata da un giovane che, secondo i primi accertamenti, guidava sotto l’effetto di bevande alcoliche e sostanze stupefacenti.

 

La vittima è Paolo Acquaviva, di 44 anni. L’investitore è Angelo Creanza, di 23 anni, che è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di omicidio colposo. Secondo una ricostruzione dell’accaduto fatta dagli investigatori, la notte scorsa, verso le 3, le due auto stavano percorrendo la statale 96 quando l’Audi 6 – guidata da Creanza – ha tamponato violentemente la ‘Fiat Puntò, di proprietà dell’istituto di vigilanza, guidata da Acquaviva che è morto sul colpo.

 

30/08/2008  Fonte L’unione Sarda.it

http://unionesarda.ilsole24ore.com/dettaglio_cronaca_italiana/?contentId=39667

 

Riccione: prendono a morsi vigilantes, arrestati due turisti russi

Riccione: prendono a morsi vigilantes, arrestati due turisti russi

RICCIONE – Soggiorno in Riviera amaro per due giovani turisti russi di 23 anni. Ubriachi fradici, hanno cominciato ad infastidire i clienti di un noto locale di Riccione, costringendo due addetti alla sicurezza a portarli fuori dal locale. Ma i due giovani hanno reagito prendendo a morsi i vigilantes, procurandogli lesioni giudicate guaribili in dieci giorni. Sul posto sono intervenuti anche i poliziotti, che sono stati aggrediti.

Per entrambi sono scattate le manette per resistenza, lesioni e danneggiamento aggravato. Processati per direttissima in un’aula del tribunale di Rimini, sono stati condannati rispettivamente a un anno e 10 mesi e 20 giorni di reclusione (pena sospesa).

27/08/2008  Fonte da: romagnaoggi.it

http://www.romagnaoggi.it/rimini/2008/8/26/100855/

 

Coltello a Le Befane, minacce di morte a I Malatesta

Coltello a Le Befane, minacce di morte a I Malatesta

Due gravi episodi, quasi contemporanei, ieri pomeriggio, ai due centri commerciali riminesi. Il più grave alla sala giochi delle Befane. I poliziotti sono intervenuti su indicazione di alcuni presenti: due fratelli bosniaci di 24 e 23 anni che stavano importunando i clienti.

RIMINI | 26 agosto 2008 | Il più anziano ha opposto resistenza agli agenti. L’altro invece è stato denunciato per porto di oggetti atti ad offendere. Gli agenti hanno infatti trovato in una fioriera un coltello da cucina, che una barista aveva visto tirare fuori al giovane dalla caviglia: lo teneva nascosto in un calzino.L’altro episodio, poco dopo le 16, è avvenuto invece nel parcheggio del centro commerciale I Malatesta. Qui due ragazzi stavano facendo volantinaggio per una onlus. Avvicinati da una guardia giurata che gli ha intimato di andare via, perchè si trattava di un luogo privato, uno di loro, torinese di 29 anni, l’ha minacciata di morte.

27/08/2008 Fonte: (NewsRimini.it)

http://www.newsrimini.it/news/2008/agosto/26/rimini/coltello_a_le_befane__minacce_di_morte_a_i_malatesta.html

Vieste: tentato assalto

 

Vieste: tentato assalto

Tentato assalto ad un furgone portavalori della Np Service questo pomeriggio lungo la strada che da Peschici conduce a Vieste. Da quanto si è saputo il presunto commando avrebbe posizionato trasversalmente alla carreggiata un camion, dandogli poi fuoco e bloccando così la circolazione ai blindato. Sarebbe nato un conflitto a fuoco tra i banditi e i vigilantes a bordo del furgone portavalori. Nessuno è rimasto deferito.

Tatiana Bellizzi

FOGGIA, lunedì 25 agosto 2008

Fonte da: http://www.teleradioerre.it/news/articolo.asp?idart=37851

COSTIERA AMALFITANA SULLA STRADA STATALE GUARDIE GIURATE

COSTIERA AMALFITANA SULLA STRADA STATALE GUARDIE GIURATE

Undici giorni con la strada interrotta sulla Costiera Amalfitana in pieno agosto e i disperati del pendolarismo cercano di passare in tutti i modi, scavalcando, eludendo la guardia, aspettando sottecchi che si allontanino carabinieri, vigili od operai dell´Anas presi da altri adempimenti. Ma sul posto, da ieri, sono arrivate anche le guardie giurate a sorvegliare il passaggio. Vigilantes della Europolice che lavorano per il Comune di Furore per impedire il passaggio, per garantire l´incolumità, a tutti, ma chi deve tornare indietro e percorrere, per arrivare a Ravello o Tramonti, per esempio, due ore con l´auto, se ha l´auto e se non trova il traffico, diventa una vera e propria tragedia. Positano e Praiano sono divise dal resto della Costiera Amalfitana, da dove provengono molti lavoratori, come Furore, Conca dei Marini, Agerola, Amalfi, Atrani, Minori, Maiori, Ravello e Tramonti dal 14 agosto. Disagi a non finire, qualcuno li ha raccontati a Positanonews, che sta dal primo minuto sul posto a seguire la vicenda, e lo fa tutti i giorni. Ma ci sono altri problemi, tipo la sanità, è capitato che serviva l´ambulanza ad Amalfi e hanno chiamato quella di Positano e viceversa e nessuno ha pensato a potenziare il servizio in questi giorni anche se i volontari della Croce Rossa sono a disposizione 24 ore su 24, manca una programmazione dei vertici. In questo momento Positano e Praiano sono di fatto dipendenti in toto con Sorrento, manca di tutto, i medici, la pediatra, costretti a venire via mare come i pendolari (che hanno ottenuto dopo varie proteste la riduzione del biglietto da 9 a 3 euro) e i lavori della ditta di Afragola che solo da qualche giorno cominciano spediti nella speranza che per mercoledì la strada si apra e finisca questa odissea aberrante e raccapricciante. Ci siamo chiesti.. siamo nel 2008? Siamo in Costiera Amalfitana? Perchè in Thailandia le autorità attivano cento operai in poche ore e risolvono persino uno tsunami e qui in Campania si mette in ginocchio il comprensorio turistico più famoso ed importante del Sud Italia per due pietre? Forse è tardi e stiamo sognando. Sarà il contrario, in Thailandia i lavori cominciano dopo una settimana e in Italia invece fanno in poche ore. Ma pur presi dal sonno la foto non ci da ragione…Siamo in Italia la strada è interrotta e, a differenza della Thailandia, dopo dieci giorni nessuno si è premunito di scrivere un solo rigo in inglese sui segnali. Un gesto di pietà, non tanto di civiltà (sarebbe chiedere troppo), ma di pietà verso gli ospiti che amano trascorrere una vacanza nei nostri, ancora, splendidi posti. Ma la strada, speriamo, dovrebbe aprirsi fra un paio di giorni. “Abbiamo avuto un incontro con la ditta e abbiamo raggiunto un accordo sugli orari – dice il sindaco di Furore Alfonso Avitabile – si lavorerà anche sabato e domenica con due turni e quindi finiranno alle sette-otto di sera, anche grazie alla Provincia che ha fornito suoi rocciatori. Per mercoledì si dovrebbe aprire la strada.”

25/08/2008 Fonte:

http://www.positanonews.com/dettaglio.php?sez=Primo-Piano&id=16097

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: