Roseto, arrestato marocchino per furto. Ricercati i 3 complici

Roseto, arrestato marocchino per furto. Ricercati i 3 complici

Prime ore dell’alba movimentate a Roseto degli Abruzzi dove i Carabinieri, grazie alla diuturna presenza sul territorio, hanno sventato ancora una volta un grosso furto. Erano circa le 03.00 quando un vigilantes in servizio

a Roseto ha notato dei movimenti sospetti in prossimità dell’Istituto Tecnico Statale “Moretti” potendo accertare che 4 individui, dopo aver caricato un furgone con 60 (sessanta) pannelli solari fotovoltaici prelevati poco prima dal tetto del citato plesso scolastico, stavano per svignarsela. Alla vista del vigilantes i malviventi hanno abbandonato sul posto tutta la refurtiva dandosi a precipitosa fuga a bordo di una Volkswagen Golf risultata rubata sempre a Roseto nella serata di ieri 24 ottobre u.s. E’ stato dato immediatamente l’allarme a questa Compagnia che ha inviato sul posto una pattuglia del dipendente N.O.R.M. successivamente coadiuvati anche dai militari della locale Stazione.

La Radiomobile poco dopo è riuscita ad intercettare la Golf sulla SS-50 in prossimità del casello autostradale di Roseto e gli occupanti, dopo aver fermato velocemente l’autovettura, con mossa repentina si davano a precipitosa fuga nelle campagne circostanti. E’ scattata subito la caccia ai fuggitivi e solo uno di questi veniva fermato e tratto in arresto poiché gli altri, grazie al buio, riuscivano a dileguarsi. Per Agouray Hassan, 34enne, non in regola con il permesso di soggiorno, sono scattate subito le manette con l’accusa di concorso in furto aggravato.

L’autovettura è stata restituita al legittimo proprietario mentre tutti i sessanta pannelli solari consegnati al direttore del citato Istituto scolastico. Il furgone Ford Transit, invece, intestato ad un connazionale dell’arrestato residente a Fossano (CN), è stato sottoposto a sequestro. Sono in corso fattive indagini finalizzate ad identificare gli altri malviventi e quindi chiudere il cerchio. A seguito dell’udienza di convalida tenutasi nella mattinata odierna presso il Tribunale di Teramo l’arresto è stato convalidato e il Giudice ha disposto la custodia cautelare in carcere del marocchino

25/10/2008 Fonte: http://www.tgroseto.net/7307/roseto-arrestato-marocchino-per-furto-ricercati-i-3-complici/

 

Sicurezza: a Verona da lunedi’ guardie giurate su autobus

Sicurezza: a Verona da lunedi’ guardie giurate su autobus

(ANSA) – VERONA, 25 OTT -Cittadini piu’ al sicuro anche a bordo degli autobus a Verona dove da lunedi’ sera le guardie giurate saranno presenti sui mezzi dell’Atv. E’ stata la stessa azienda del trasporto pubblico urbano ad affidare ad una pattuglia di vigilantes il compito di presidiare i mezzi pubblici. I viaggiatori dei bus potranno incontrare gli agenti a bordo dei mezzi tutti i giorni della settimana, dalle 21 alle 24, e la domenica nella fascia oraria pomeridiana.

25/10/2008 Fonte: http://www.leggonline.it/ansa.php?file=newsANSA/2008-10-25_125255759.txt

 

Controlli a Bologna, tre arresti e due denunce

Controlli a Bologna, tre arresti e due denunce

BOLOGNA – Tre persone arrestate e due denunciate a piede libero. E’ il risultato conseguito nel corso della giornata dai Carabinieri della Compagnia Bologna Centro. B.A. 50enne pakistano, in Italia senza fissa dimora, nullafacente, veniva controllato in zona Corticella. Al termine degli accertamenti, i militari operanti, appuravano che lo stesso non aveva ottemperato all’ordine di espulsione emesso nei suoi confronti dal Questore di Bologna e pertanto veniva deferito in stato di arresto per violazione della normativa sugli stranieri.

Arrestato anche M.R., 25enne pakistano, in Italia senza fissa dimora, nullafacente, pregiudicato, clandestino, il quale, transitando a bordo di un ciclomotore in via dell’Arcoveggio e non essendosi fermato all’alt imposto dai militari, tentava di guadagnare la fuga venendo poco dopo raggiunto ed immobilizzato. Nel corso delle operazioni lo stesso opponeva resistenza cagionando lesioni ad un militare e pertanto veniva tratto in arresto per il reato di resistenza e violenza a P.U. e trattenuto presso le camere di sicurezza della stazione Bologna Bertalia in attesa della celebrazione del rito direttissimo.

Tratto in arresto anche un italiano, D.R.A. 42enne originario della provincia di Lecce ma residente a Bologna, guardia giurata, colpito da un mandato d’arresto europeo emesso dalle Autorità tedesche poiché ritenuto responsabile dei reati di violenza privata, estorsione aggravata, minacce e truffa. Lo stesso veniva pertanto associato alla locale Casa Circondariale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Venivano invece deferiti in stato di libertà per violazione della normativa sugli stranieri A.N. 28enne tunisino e D.S. 34enne marocchino, entrambi in Italia senza fissa dimora, nullafacenti e già noti alle forze dell’ordine.

24/10/2008 Fonte: http://www.romagnaoggi.it/bologna/2008/10/24/106446/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: