Reggio Calabria. Sei ergastoli ai rapinatori che uccisero l’eroica guardia Luigi Rende

Reggio Calabria. Sei ergastoli ai rapinatori che uccisero l’eroica guardia Luigi Rende

Sei ergastoli sono stati comminati dal Gup Santo Melidona ai rapinatori che, nell’agosto 2007, uccisero nel corso di un conflitto a fuoco la guardia giurata Luigi Rende. Il massimo della pena è stato inflitto a Francesco Giuseppe Gullì, Marco Marino, Giuseppe e Domenicantonio Papalia, Santo e Giovanbattista Familiari. La guardia giurata Luigi Rende, cui è stata assegnata la medaglia alla memoria, si apprestava insieme ad un collega a consegnare alla succursale PT 9 di via Ecce Homo, il denaro trasportato sul furgone blindato. Fermato il mezzo davanti l’ufficio postale, i due portavalori furono fatti segno con numerosi colpi di arma da fuoco. L’eroico Luigi Rende, sposato e padre di una bambina, rispose al fuoco e ferì due dei rapinatori ma, purtroppo, fu colpito mortalmente. Nel giro di pochi minuti, anche grazie alle telecamere a circuito chiuso cui è dotata la Succursale 9, il personale della Polstato individuò e arrestò i responsabili che oggi sono stati condannati al carcere a vita. Il Gup Melidona, ha inoltre disposto il risarcimento danni alla famiglia di Rende.

12/11/2008 Fonte: http://www2.melitoonline.it/?p=6921

Napoli: ladro tenta di fuggire ma viene bloccato dal traffico

Napoli: ladro tenta di fuggire ma viene bloccato dal traffico

Gli agenti del commissariato di polizia Vasto-Arenaccia hanno arrestato a Napoli Vincenzo D’Aria, 39enne, con l’accusa di tentato furto aggravato ed evasione dal regime degli arresti domiciliari. D’Aria, armato di flex, ha tentato di tranciare il blocca ruote di un motociclo, parcheggiato all’isola G/2 al Centro Direzionale. La scena è stata notata da due guardie giurate che, senza perdere di vista l’uomo, hanno avvisato la polizia di quanto si stava verificando.

12/11/2008 Fonte: http://unionesarda.ilsole24ore.com/unione2…contentId=50210

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: