Si rifanno il guardaroba, ma senza pagare

Si rifanno il guardaroba, ma senza pagare

Nell’ambito dell’attività di controllo del territorio, maggiormente intensificata in occasione delle imminente festività natalizie, le pattuglie delle “Volanti” e della “Sezione Gamma”, nella giornata di giovedì, hanno denunciato in stato di libertà G.G., ferrarese di 54 anni, per furto.

All’interno di un centro commerciale, l’uomo aveva prelevato dagli scaffali alcune confezioni di generi alimentari e voluttuari per un valore di 86 euro, nascondendoli sotto il giubbotto, oltrepassando poi le casse senza provvedere al pagamento.

Sempre di furto, questa volta aggravato in concorso con persona non identificata, dovrà invece rispondere M.A. kosovaro di 20 anni, domiciliato a Ferrara. All’interno di un altro centro commerciale, il giovane, in compagnia di un amico, aveva prelevato jeans, camicia, cravatta, maglia da uomo e un pantalone, cappottino e un cappello da donna, tra gli scaffali del reparto abbigliamento, per un valore di oltre 340 euro. Poi, servendosi di un cacciavite, hanno asportato le placche antitaccheggio e oltrepassato le casse senza provvedere al pagamento di quanto in loro possesso.

Il tutto però non era sfuggito allo sguardo di un guardia giurata che ha effettuato un controllo sulla merce ma, nel frangente, l’individuo che aveva materialmente asportato le placche si è dato alla fuga, lasciando l’amico da solo a rispondere davanti alla polizia, giunta sul luogo per formalizzare la denuncia.

Sempre giovedì è stato denunciato per ricettazione E.O.K., nigeriano 19enne, domiciliato a Ferrara. Il giovane era stato fermato, in centro, da un venezuelano che aveva riconosciuto la bicicletta che il nigeriano portava appresso per la city bike rubatagli tempo prima. E.O.K. non ha saputo giustificarne il possesso e successivamente ha riferito agli agenti di averla acquistata da uno sconosciuto per la somma di 40 euro, nei pressi della stazione.

L’ultima denuncia riguarda P.M.S., rumena di 52 anni, senza fissa dimora in Italia, per il reato di contravvenzione al provvedimento di divieto di ritorno. Durante un controllo in via Veneziani è emerso a carico della donna un provvedimento di divieto di ritorno nel capoluogo, per tre anni, emesso dal questore di Ferrara nel gennaio 2007.

20/12/2008 Fonte:http://www.estense.com/?module=displaystory&story_id=46085&format=html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: