Botti di Capodanno In manette vigilantes che ferì la compagna

Botti di Capodanno In manette vigilantes che ferì la compagna

Roberto R., il vigilantes che la notte di Capodanno ha ferito accidentalmente la convivente con un colpo di pistola, è finito in carcere. Nella sua casa di Limbiate in via XXV Aprile e nel bagagliaio dell’auto i carabinieri gli hanno trovato sei fucili. Per definire i dettagli del rapporto da inviare alla magistratura, l’altro giorno i militari si sono presentati all’ospedale Niguarda per sentire la versione della donna. La poveretta ha spiegato: «Con tutte quelle armi che Roberto teneva in casa, alla fine doveva succedere qualche disgrazia». A quel punto i carabinieri hanno effettuato la perquisizione domiciliare a casa della coppia. Dietro un armadio hanno trovato un fucile perfettamente efficiente. Uno non bastava a giustificare le parole della 38enne ferita. La guardia giurata – che già la notte del ferimento accidentale era sembrato poco convincente – doveva avere altre armi. Scesi nel garage gli investigatori, infatti, hanno recuperato altri cinque fucili calibro 12 nel baule della macchina. Un mezzo arsenale. Tutto detenuto illegalmente. Se per lo sparo alla convivente se l’era cavata con una denuncia a piede libero per lesioni gravi, dopo il rinvenimento delle armi lunghe, il vigilantes ha dovuto allungare i polsi per le manette.

05/01/2009 Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=318745

Rapina alle poste, si cerca il responsabile

Rapina alle poste, si cerca il responsabileLARINO Proseguono senza sosta le indagini dei Carabinieri della Compagnia di Larino per identificare il rapinatore che ha svaligiato ieri l’altro l’ufficio postale di Montorio nei Frentani.
I militari sono al lavoro su vari fronti contemporanei, sia in strada con posti di blocco nei punti strategici del Basso Molise sia nell’attività di intelligence con la raccolta di elementi utili all’accertamento del malvivente riuscito a mettere le mani sul «bottino» di oltre 26 mila euro, le pensioni che avrebbero dovuto essere pagate ai pensionati del posto arrivate pochi minuti prima con un portavalori.

L’uomo che ha messo a segno il colpo sembra sia campano secondo i primi accertamenti. Lo ha dichiarato l’impiegato dello sportello a cui è stata puntata la pistola, presumibilmente giocattolo.
Il dipendente, alla vista dell’arma da fuoco ed alla richiesta di consegnare il danaro contante, non ha perso tempo a consegnare il denaro ma ha notato la cadenza della voce del rapinatore.
A.S.

04/01/2009 Fonte: http://iltempo.ilsole24ore.com/molise/2009…ponsabile.shtml

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: