SVENTATA RAPINA A UN PORTAVALORI A MACERATA, 4 ARRESTI

SVENTATA RAPINA A UN PORTAVALORI A MACERATA, 4 ARRESTI

(AGI) – Macerata, 13 feb. – Quattro persone, tre italiani e un romeno, sono stati arrestati perche’ stavano per effettuare, a Piediripa di Macerata, una rapina a mano armata ai danni di un furgone portavalori partito dalla stessa localita’ e adibito alla consegna di denaro contante alle banche e ad altri caveau della zona. Si tratta di due pregiudicati calabresi, entrambi 40enni, M.F. e U.N., residenti a Teramo e Martinsicuro, sempre nel tramano, di una guardia giurata campana di 42 anni, L.C. e di un giovane romeno di 23 anni, C.P.D. I carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Ascoli insieme con quelli di Macerata, li hanno fermati appena in tempo, poco prima che portassero a termine il colpo ai danni del furgone portavalori. Ai rapinatori, gia’ seguiti da alcuni giorni dai carabinieri, sono state sequestrate due pistole di cui una con matricola abrasa. Tre dei quattro componenti della banda sono stati arrestati e trasferiti nel carcere di Fermo, mentre la guardia giurata e’ ai domiciliari. Sempre nella stessa operazione, a seguito di una perquisizione presso un appartamento situato nel Borgo di San Giuliano di Macerata, e occupato da due cittadini ucraini, i carabinieri trovavano poi altre due pistole di provenienza illecita, di una con matricola abrasa. Anche i due giovani ucraini, di 22 e 19 anni, sono stati arrestati con l’accusa di detenzione illegale di armi.
Entrambi sono stati rinchiusi nel carcere di Camerino, dove si trovano ora a disposizione dell’Autorita’ giudiziaria. Ma anche dopo il secondo arresto, le indagini dei carabinieri proseguono allo scopo di verificare se vi sono connessioni fra i fatti accertati (la rapina tentata e la presenza di armi nell’appartamento degli ucraini), se vi siano altre persone coinvolte, e infine se con le armi sequestrate nel maceratese siano stati consumati altri delitti.

Fonte: http://www.agi.it/ancona/notizie/200902131…012251-art.html

Annunci

FURTO DA 100MILA EURO A ‘MIU MIU’ NEL QUADRILATERO MODA MILANO

FURTO DA 100MILA EURO A ‘MIU MIU’ NEL QUADRILATERO MODA MILANO

(AGI) – Milano, 13 feb. – Furto da 100mila euro questa notte nel negozio della nota griffe ‘Miu Miu’ in via Sant’Andrea, nel quadrilatero della moda a Milano. Due uomini hanno forzato la porta e in pochi minuti hanno portato via numerosi oggetti: borse, gioielli, capi d’abbigliamento e accessori. I due sono fuggiti prima che le guardie giurate allertate dall’allarme e la polizia arrivassero sul posto. Le telecamere hanno registrato un’utilitaria che fuggiva con i due ladri a bordo.

Fonte: http://www.agi.it/milano/notizie/200902131…012552-art.html

Assalto al portavalori, in cella due pugliesi

Assalto al portavalori, in cella due pugliesi

CAMPOBASSO Stando alle accuse dei carabinieri avrebbero partecipato attivamente all’assalto di un furgone portavalori della Molise Security compiuto lo scorso 14 febbraio nei pressi della Galleria Passo del Lupo nell’agro di Lucera. Ma sono stati traditi dal Dna rilevato su una tazza di caffè.

Per questo, nelle scorse ore, è stata notificata un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Maurizio Riccardi 36enne, già detenuto a Bari, e Cosimo Vurchio 29enne entrambi di Cerignola. Quest’ultimo si è reso irreperibile per oltre una settimana. Due giorni fa però si è deciso e si è presentato spontaneamente presso le forze dell’ordine costituendosi. I fatti, come detto, nel giorno di San Valentino dello scorso anno lo scorso anno quando, una banda di rapinatori, tentò di assaltare il portavalori della Molise Security che da Foggia si stava recando a consegnare il denaro agli uffici postali di Campobasso.
Il colpo fallì grazie ad una casualità. In quel momento passava di lì una pattuglia dei carabinieri di Velletri, diretti a Bari per trasportare un detenuto. Alla vista dei militari i rapinatori abbandonarono l’idea di mettere a segno il colpo. Il commando fuggì, lasciando a piedi Vurchio e Riccardi. I due rubarono una Fiat Marea ad un passante, la stessa con la quale si recarono poi a consumare un pranzo fugace in un ristorante di San Bartolomeo in Galdo (centro in provincia di Benevento ma vicino al confine con la Puglia). La Fiat venne poi abbandonata nei pressi del locale.
All’interno i carabinieri recuperarono un passamontagna utilizzato durante l’assalto. In seguito grazie, alla descrizione delle fattezze fisiche dei due fornite dal ristoratore e ad un esame incrociato del DNA, i carabinieri sono riusciti a risalire ai due componenti del commando che così, come anticipato, sono stati arrestati.

12/02/2009 Fonte: http://iltempo.ilsole24ore.com/molise/2009…_pugliesi.shtml

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: