Rapinatori in parrucca e collant Colpo da 100 mila euro in banca

Rapinatori in parrucca e collant Colpo da 100 mila euro in banca

FIRENZE – Non proprio come Point Break, ma quasi. Nessuna maschera del presidente indosso, ma parrucche in testa e volti coperti da collant. Sono entrati così quattro o cinque banditi dentro una banca di Montelupo, a Firenze, seminando il panico fra clienti e impiegati: hanno immobilizzato clienti e dipendenti, minacciandoli con una pistola e un trincetto, e hanno portato via centomila euro. È successo nel primo pomeriggio a Montelupo.

IMMOBILIZZATI E MINACCIATI – Dopo averli minacciati e immobilizzati, i rapinatori hanno chiuso in un ufficio gli impiegati, il direttore e i tre clienti presenti in quel momento nell’istituto di credito, la filiale di Fibbiana della Banca Etruria di Montelupo Fiorentino. I malviventi hanno fatto irruzione poco dopo l’arrivo di un furgone portavalori, che aveva depositato la somma poi portata via dai rapinatori: da una prima stima, si tratterebbe di una cifra compresa fra i 100 mila e 150 mila euro. Il denaro non era stato ancora chiuso nella cassaforte.

ARMATI DI TRINCETTO E PISTOLE – Secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri della compagnia di Signa e della stazione di Montelupo i malviventi erano armati due con un trincetto gli altri due con pistole. Dopo il colpo, i malviventi sono fuggiti su una Fiat Punto, risultata rubata lo scorso 23 aprile a Montemurlo, in provincia di Prato, e ritrovata abbandonata poco lontano.

28/04/2009 Fonte: http://corrierefiorentino.corriere.it/fire…304617587.shtml

ROMA: UCCISIONE GUARDIA GIURATA, ASSOLTO PRESUNTO RESPONSABILE

ROMA: UCCISIONE GUARDIA GIURATA, ASSOLTO PRESUNTO RESPONSABILE

Roma, 23 apr. (Adnkronos) – Assoluzione dall’accusa di omicidio, ma condanna a 8 anni di reclusione per 19 rapine: e’ la sentenza pronunciata dal gup Renato Laviola per Antonio De Pasquale. E’ stato giudicato con rito abbreviato per la morte della guardia giurata Gianluca Pes. Il delitto avvenne il 21 dicembre del 2004 in via dei Georgofili.

Per l’imputato il pubblico ministero Salvatore Vitello aveva chiesto la condanna all’ergastolo ritenendolo pienamente responsabile del delitto. Ma il giudice e’ stato di contrario avviso e dal delitto ha prosciolto l’imputato. De Pasquale era finito in carcere nell’ottobre del 2008.

Fonte: http://www.libero-news.it/adnkronos/view/106675

Ravenna: sventata rapina, in manette 2 giovani catanesi

Ravenna: sventata rapina, in manette 2 giovani catanesi

Sventata rapina ieri attorno alle 13 all’Ufficio Postale di San Pancrazio, nel ravennate. Protagonisti del tentato colpo due giovani catanesi, Salvatore Cristaudo, 19 anni, e Andrea Bruno di 21 anni. Secondo una prima ricostruzione della Polizia, uno dei due si è introdotto all’interno dell’ufficio, passando da una finestra sul retro, poi dopo aver aggredito la direttrice dell’ufficio, ha fatto entrare il complice dalla porta principale. A quel punto hanno riempito un sacco con tutto il contante presente nelle casse. E’ stato però nel momento in cui stavano per fuggire che si sono imbattuti in due portavalori della ‘Battistolli’, appena giunti sul posto. Uno dei vigilantes ha sparato in aria due colpi di pistola: mentre uno dei rapinatori si è fermato, l’altro è fuggito, ma la sua fuga è durata poco, dopo circa mezz’ora la polizia lo ha bloccato in un campo. Per loro naturalmente sono scattate le manette.
Il bottino è stato interamente recuperato.

24 aprile 2009 Fonte: http://tele1.iobloggo.com/2717/240409-rave…iovani-catanesi

Napoli: rapinato un portavalori

Napoli: rapinato un portavalori

Quattro banditi hanno atteso l’arrivo di un furgone diretto ad un’agenzia bancaria e dopo aver immobilizzato i vigilantes si sono impossessati di un plico contenente 60mila euro. Il fatto è accaduto al corso Durante, a Frattamaggiore (Napoli). I banditi si erano nascosti in un palazzo disabitato adiacente alla sede della locale agenzia del Banco di Napoli.

22 aprile 2009  Fonte: http://unionesarda.ilsole24ore.com/Articoli/News/117906

AL VIA IL NUOVO MODELLO CONTRATTUALE

AL VIA IL NUOVO MODELLO CONTRATTUALE
La Cgil era presente ma non ha firmato

16 aprile 2009 – Fonte:  la7.it

Cliccate il seguente link  per vedere il video http://www.la7.it/news/dettaglio_video.asp…&id_video=25060

Per le Guardie giurate c’è il contratto provinciale

Per le Guardie giurate c’è il contratto provinciale

L’ipotesi di accordo era stata raggiunta già a febbraio, ma solo con la firma ufficiale di giovedì in Prefettura entra in vigore il nuovo Contratto provinciale della vigilanza privata, quello, cioè, delle guardie giurate.

Davanti al Prefetto Camillo Andreana, giovedì mattina, c’erano i rappresentanti dei sindacati di categoria FILCAMS-CGIL, FISASCAT-CISL e UILTUCS-UIL e una dozzina di istituti di vigilanza tra cui Fidelitas, CVB e Mondialpol. A Bergamo e in provincia gli addetti del settore sono circa 900.

“La firma in Prefettura era un passaggio necessario” dicono Paolo Agliardi della FILCAMS-CGIL, Alberto Citerio della FISASCAT-CISL e Maurizio Ragazzoni di UILTUCS-UIL, “visto che gli istituti operano in base a licenze prefettizie e devono operare secondo le norme legislative vigenti su un terreno tanto delicato quale è quello della sicurezza. Per questo è opportuno che tutte le regole contrattuali abbiano la supervisione della Prefettura e che siano omogenee per tutti i soggetti di vigilanza. Attraverso un verbale ufficiale si è data, così, formalizzazione all’accordo raggiunto qualche settimana fa. A questo punto, una volta depositato all’Ufficio Provinciale del Lavoro il contratto, chiederemo, insieme agli istituti di vigilanza, che nel conteggio del costo del lavoro venga incluso non solo quanto previsto dal Contratto Nazionale ma anche quanto previsto dalla contrattazione di secondo livello, per evitare gare d’appalto in situazioni di concorrenza sleale tra gli istituti”.

Il 10 febbraio scorso, dopo 15 mesi di trattative, le parti avevano raggiunto l’ipotesi di accordo per il rinnovo del Contratto provinciale che, ora, resterà in vigore fino al 31 dicembre 2011. Il precedente accordo era scaduto alla fine del 2006. Fra i contenuti del nuovo contratto, ricordiamo: – l’istituzione di un premio di risultato legato all’assiduità lavorativa; – il diritto per i nuovi assunti ad un anticipo di 500 euro per l’acquisto dell’arma in dotazione; – la riconferma di una “banca ore” (maturazione di ore lavorate fuori dal normale orario) con modalità da Contratto Nazionale (recuperi o erogazione del pagamento); – in caso di danni ad automezzi, materiale elettronico, … in dotazione alle guardie giurate, quando si riscontra una responsabilità oggettiva del singolo, secondo le procedure di legge, l’azienda può chiedere un rimborso non superiore a 50 euro mensili; – la conferma dell’attività formativa delle guardie giurate nel rispetto anche delle indicazioni che il nuovo ente bilaterale regionale fornirà; – l’aumento del valore del ticket per buoni pasto (che passa da 4,50 euro a 4,90 e dal 1° settembre arriverà a 5,30 euro).

16 aprile 2009
Fonte: http://www.ecodibergamo.it/stories/Economi…to_provinciale/

Napoli, tenta di accoltellare guardie giurate del metrò: arrestato

Napoli, tenta di accoltellare guardie giurate del metrò: arrestato

NAPOLI (14 aprile) – I “Falchi” del commissariato Vomero hanno arrestato Mario Ciappa, pregiudicato, 33 anni, per resistenza a incaricato di pubblico servizio, lesioni personali e detenzione illegale di coltello di genere proibito. Gli agenti, mentre transitavano in piazza Medaglie d’Oro, sono stati contattati da due guardie giurate che erano in difficoltà presso la stazione del metrò collinare. Giunti sul posto, gli agenti hanno bloccato Ciappa che, impugnando un coltello appuntito, stava tentando di colpire i due addetti alla sicurezza, dopo essersi scagliato contro di loro con pugni e calci.

Ciappa era stato avvistato da un agente di stazione, in servizio ai monitor, mentre giunto nella stazione della metropolitana, si era inspiegabilmente messo a camminare al centro dei binari, creando seri problemi per la sicurezza pubblica. A nulla era servito il tentativo delle guardie giurate di far spostare l’uomo dai binari che, per tutta risposta, dopo averli aggrediti aveva estratto il coltello tentando di ferirle.

Ciappa è stato arrestato, le due guardie giurate sono state medicate per lesioni giudicate guaribili in 5 giorni. Oggi l’uomo sarà giudicato per direttissima.

Fonte: http://www.ilmattino.it/articolo.php?id=54411&sez=NAPOLI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: