ASPIRANTE SUICIDA DA PONTILE A NAPOLI, VIGILANTES LO SALVA

ASPIRANTE SUICIDA DA PONTILE A NAPOLI, VIGILANTES LO SALVA

(AGI) – Napoli, 27 mag. – Un vigilantes ha salvato un aspirante suicida a Napoli. Una guardia giurata che effettua il servizio di sorveglianza sul Pontile Nord di Bagnoli per conto della societa’ di trasformazione urbana Bagnolifutura, sara’ proposto per un pubblico economio. Ivan Chiarenza, di fronte al gesto inconsulto di un uomo anziano, G.B. che, sembra per problemi psichici conseguenti alla scomparsa di un familiare, si e’ gettato in acqua dal pontile, con un volo di oltre 15 metri, si e’ subito coraggiosamente tuffato per trarlo in salvo. Il vigilantes, che ha un brevetto di salvataggio in acqua, ha anche praticato alcune manovre per far espellere l’acqua dai polmoni dell’anziano, il quale e’ stato poi trasportato in ambulanza all’ospedale San Paolo dove e’ stato ricoverato.

Fonte: http://www.agi.it/napoli/notizie/200905271…lantes_lo_salva

Trieste, guardia giurata spara alla moglie: un solo colpo mortale alla gola

Trieste, guardia giurata spara alla moglie: un solo colpo mortale alla gola

Un attimo di follia dovuto all’ira ha armato la mano dell’uomo che stava indossando la divisa per andare a lavorare. I militari dell’Arma riferiscono che l’uomo era una persona tranquilla, senza precedenti, ma era esasperato dalle continue scenate della donna per motivi di gelosia e perché gli rimproverava di non collaborare in casa

Trieste, 27 mag. (Adnkronos) – E’ stato un solo colpo calibro 9×2 sparato alla gola dalla pistola d’ordinanza a uccidere sul colpo Marianna Buchammer, la donna di 38 anni freddata ieri sera a Trieste dal marito, la guardia giurata Cristian Bovi, di 37 anni. Secondo la ricostruzione fornita dai carabinieri, un attimo di follia dovuto all’ira ha armato la mano di Bovi, che stava indossando la divisa per andare a lavorare. I militari dell’Arma riferiscono che la guardia giurata era una persona tranquilla, senza precedenti, ma era esasperata dalle continue scenate di Marianna sia per motivi di gelosia sia perche’ gli rimproverava di non collaborare in casa nelle faccende domestiche.

Al momento della tragedia, la coppia era sola in casa. La figlia minore, di circa 15 anni, era uscita a portare fuori i due cani, mentre la figlia maggiorenne vive gia’ per conto proprio. Marianna e Cristian avevano entrambi doppia cittadinanza, italiana e argentina. Nati in Argentina, erano in Italia da diversi anni, almeno 4. La donna lavorava saltuariamente in una cooperativa di servizi. Il magistrato, Giorgio Melillo, ha disposto l’autopsia. Bovi e’ stato rinchiuso nel carcere del Coroneo.

Fonte: http://www.adnkronos.com/IGN/Regioni/Friul…=3.0.3366430100

Metrò sotto scorta, in carrozza con le guardie

Metrò sotto scorta, in carrozza con le guardie

Abituatevi a vedere i «berretti verdi» sulle tre linee della metropolitana. No, tranquilli, non sarà un set cinematografico, magari per il sequel dello storico film made in Usa con John Wayne. E, attenzione, non si tratta neppure dei militari dell’esercito già brillantemente operativi nelle strade e nelle piazze milanesi. A controllare treni e banchine del metrò saranno invece le «guardie giurate». Sì, guardie giurate ovvero agenti con poteri di polizia giudiziale. Oggi, l’annuncio ufficiale del sindaco di Milano Letizia Moratti. Che, nella sostanza, riprende una proposta lanciata un po’ di tempo fa dal ministro della Difesa Ignazio La Russa e che, nei fatti, non è così difficile leggere come risposta concreta alla provocazione mossa dal leghista Matteo Salvini. Ma chiariscono da Palazzo Marino sarebbe sbagliato fare l’equazione guardia giurata uguale metrò insicura: la situazione non è infatti così drammatica, anche se nelle ore di punta un controllo non guasta mai.
Ma le novità made in Atm non finiscono qui. Se già sapete di non andare in vacanza, be’ la metropolitana sarà il luogo ideale dove passare l’estate al fresco: Atm annuncia infatti che la linea 1, quella rossa, sarà «interamente condizionata». Come dire: sulle carrozze non si gronderà più sudore. Lo garantisce Elio Catania, presidente e ad dell’azienda di foro Bonaparte, che stamani insieme al sindaco Moratti presenta alla stampa il «piano di impresa 2008–2010» ovvero Atm e azionista fanno «il punto a metà del percorso». Dettaglio, uno dei «punti» che diciotto mesi fa, Catania, promise ai milanesi era proprio «autobus e metrò con l’aria condizionata» oltreché «maggior puntualità, più telecamere» e il tutto migliorando i conti dell’azienda.
Obiettivi raggiunti (o quasi) con un’azienda che, in questo anno e mezzo, ha trasportato trenta milioni di passeggeri in più: «Siamo a quota 650 milioni all’anno» dice orgoglioso Catania, e di quei 650 milioni di clienti ben 328 milioni usano le tre linee della metropolitana ovvero occorre fornirgli non solo un viaggio in sicurezza ma pure con comfort. «In linea con le promesse del piano industriale presentato 18 mesi fa, quest’estate i milanesi potranno beneficiare dell’aria condizionata su tutti, e sottolineo tutti, i treni della linea rossa che è la più vecchia e pure la più calda delle tre linee metropolitane» anticipa a il Giornale il presidente Catania: «Già lo scorso anno i milanesi hanno potuto beneficiare di un aumento delle vetture condizionate sia sui mezzi di superficie sia su quelli della metrò, quest’anno le cose andranno ancora meglio».
Virgolettati che testimoniano il nuovo passo impresso da Catania in foro Bonaparte dove, oggi, sbandiereranno anche i risultati di un sondaggio sull’«orgoglio» dei milanesi che, tra l’altro, dispongono di «treni e bus che passano più frequentemente nell’ora di punta rispetto al resto d’Europa» oltreché della «percentuale di mezzi elettrici più alta d’Italia».

25/05/2009 Fonte http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=353797

ASSALTO A PORTAVALORI IN A14, PRESI ULTIMI DUE MEMBRI BANDA

ASSALTO A PORTAVALORI IN A14, PRESI ULTIMI DUE MEMBRI BANDA     

A tradirli e’ stata anche un’impronta lasciata su un furgone

(ANSA) – BOLOGNA, 21 MAG – Sono stati arrestati i due ultimi membri del gruppo di fuoco che il 30 giugno 2008 assalto’ in A14 tra Castel S.Pietro e Ozzano Emilia due portavalori. A tradirli una serie di riscontri, tra cui un’impronta digitale lasciata su un furgone dato alle fiamme, e un parziale identikit. Gerardo Prudente, 31 anni, e Savino Valente, di 36, per la squadra mobile di Bologna sono gli ultimi due membri del commando che realizzo’ il colpo. Altre dieci persone furono arrestate a fine ottobre. (ANSA).

Fonte: http://www.ansa.it/site/notizie/regioni/emiliaromagna/news/2009-05-21_121346995.html

Guardia giurata fuori servizio blocca rapinatore

Guardia giurata fuori servizio blocca rapinatore

Inseguito e bloccato nell’androne di un palazzo da una guardia giurata fuori servizio della ditta di vigilanza Cestel in attesa dell’arrivo delle forze dell’ordine. Ieri pomeriggio un giovane straniero di vent’anni era riuscito a fuggire dal supermercato Unes di corso Cavallotti di Alessandria con un paio di banconote arraffate da una cassa. Il direttore del supermarket ha tentanto invano di agguantare il fuggitivo che intanto guadagnava metri verso via Cardinal Massaia.

Per sua (del rapinatore) sfortuna L.M., 32enne di Valenza, guardia giurata presso la ditta di vigilanza privata Cestel era nei paraggi. Fuori servizio, in borghese e disarmato ha comunque seguito il suo istinto, mettendosi all’inseguimento del giovane. La corsa a piedi si è protratta fino in piazza Carducci dove il malvivente, forse credendo di essere al sicuro, si è rifugiato nell’androne di un palazzo.

La guardia giurata lo ha però raggiunto bloccandolo definitivamente in attesa degli agenti della Polizia di Stato che hanno provveduto all’arresto ed al recupero della refurtiva.

13/5/2009 Fonte: http://www.giornal.it/pagine/articolo/articolo.asp?id=24256

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: