ASPIRANTE SUICIDA DA PONTILE A NAPOLI, VIGILANTES LO SALVA

ASPIRANTE SUICIDA DA PONTILE A NAPOLI, VIGILANTES LO SALVA

(AGI) – Napoli, 27 mag. – Un vigilantes ha salvato un aspirante suicida a Napoli. Una guardia giurata che effettua il servizio di sorveglianza sul Pontile Nord di Bagnoli per conto della societa’ di trasformazione urbana Bagnolifutura, sara’ proposto per un pubblico economio. Ivan Chiarenza, di fronte al gesto inconsulto di un uomo anziano, G.B. che, sembra per problemi psichici conseguenti alla scomparsa di un familiare, si e’ gettato in acqua dal pontile, con un volo di oltre 15 metri, si e’ subito coraggiosamente tuffato per trarlo in salvo. Il vigilantes, che ha un brevetto di salvataggio in acqua, ha anche praticato alcune manovre per far espellere l’acqua dai polmoni dell’anziano, il quale e’ stato poi trasportato in ambulanza all’ospedale San Paolo dove e’ stato ricoverato.

Fonte: http://www.agi.it/napoli/notizie/200905271…lantes_lo_salva

Trieste, guardia giurata spara alla moglie: un solo colpo mortale alla gola

Trieste, guardia giurata spara alla moglie: un solo colpo mortale alla gola

Un attimo di follia dovuto all’ira ha armato la mano dell’uomo che stava indossando la divisa per andare a lavorare. I militari dell’Arma riferiscono che l’uomo era una persona tranquilla, senza precedenti, ma era esasperato dalle continue scenate della donna per motivi di gelosia e perché gli rimproverava di non collaborare in casa

Trieste, 27 mag. (Adnkronos) – E’ stato un solo colpo calibro 9×2 sparato alla gola dalla pistola d’ordinanza a uccidere sul colpo Marianna Buchammer, la donna di 38 anni freddata ieri sera a Trieste dal marito, la guardia giurata Cristian Bovi, di 37 anni. Secondo la ricostruzione fornita dai carabinieri, un attimo di follia dovuto all’ira ha armato la mano di Bovi, che stava indossando la divisa per andare a lavorare. I militari dell’Arma riferiscono che la guardia giurata era una persona tranquilla, senza precedenti, ma era esasperata dalle continue scenate di Marianna sia per motivi di gelosia sia perche’ gli rimproverava di non collaborare in casa nelle faccende domestiche.

Al momento della tragedia, la coppia era sola in casa. La figlia minore, di circa 15 anni, era uscita a portare fuori i due cani, mentre la figlia maggiorenne vive gia’ per conto proprio. Marianna e Cristian avevano entrambi doppia cittadinanza, italiana e argentina. Nati in Argentina, erano in Italia da diversi anni, almeno 4. La donna lavorava saltuariamente in una cooperativa di servizi. Il magistrato, Giorgio Melillo, ha disposto l’autopsia. Bovi e’ stato rinchiuso nel carcere del Coroneo.

Fonte: http://www.adnkronos.com/IGN/Regioni/Friul…=3.0.3366430100

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: