FIRMIAMO PER CONTRASTARE CIO CHE STA ACCADENDO NELLA STESURA DEL NOSTRO C.C.N.L.

FIRMIAMO PER CONTRASTARE CIO CHE STA ACCADENDO NELLA STESURA DEL NOSTRO C.C.N.L.

I lavoratori della vigilanza privata non subiranno passivamente la decisione che si intende prendere sulle loro teste per privarli della loro dignita’ di lavoratori,cittadini e uomini.
Mai avremmo pensato di vedere qualcuno avanzare proposte di “AUMENTI SALARIALI di 58 Euro in tre anni“, mai avremmo pensato di diventare “PACCHI DA SPEDIRE” tra una azienda e l’altra nel nome della “FITTIZIA OCCUPAZIONE”.

SCARICATE IL MODULO E FATELO COMPILARE A PIU’ COLLEGHI POSSIBILE, POI VI DAREMO ISTRUZIONI DI COME RAGGRUPPARLI.

Per scaricare il modulo cliccate il seguente link   http://www.forumcommunity.net/?act=Attach&type=post&id=203445569

“COMITATO NAZIONALE” a “DIFESA” dei “50.000 Lavoratori della “VIGILANZA”

Milano, minaccia una donna con una pistola giocattolo. La giovane aveva in braccio il figlio di pochi mesi.

Milano, minaccia una donna con una pistola giocattolo. La giovane aveva in braccio il figlio di pochi mesi.

Pronto a puntare una pistola, poi risultata giocattolo, contro una giovane madre con in braccio il suo bambino di pochi mesi. Tutto solo per portar via l’incasso di una farmacia. A mettere fine alla fuga di Loris Brandazzi Capra, 40enne gia’ noto alle forze dell’ordine e sorvegliato speciale, e’ stata una guardia giurata in servizio a una banca vicina. E’ riuscito a bloccare il malvivente fino all’arrivo degli agenti. L’episodio e’ avvenuto due giorni fa, ma la notizia e’ stata resa nota solo oggi, in via Fulvio Testi a Milano.

Gia’ il giorno prima l’uomo aveva provato a rapinare la stessa farmacia, ma era riuscito a racimolare mille euro circa e qualche medicinale. Era tornato, quasi risentito per il bottino e per comportamento delle dipendenti colpevoli, a suo dire, di avergli fatto perdere tempo. “Ieri mi avete preso in giro, ora tirate fuori i soldi” ha urlato, facendosi consegnare l’incasso. La scena e’ stata notata da una passante che ha avvertito la guardia giurata e ha telefonato al 113. L’uomo risulta essere gia’ stato arrestato dal reparto Volanti nel gennaio 2006 dopo il tentativo di rapina ai danni di una farmacia in piazza Nizza. Allora gli furono addebitate altre tre rapine nelle farmacie di via Gioia, viale Arbe e via Glicerio. Ora il 40enne, residente in zona Niguarda, e’ sospettato di aver messo a segno altri colpi in zona.

24/06/2009 Fonte: adnkronos Da  http://www.italiainformazioni.com/giornale/cronaca/italia/55850/milano-minaccia-donna-pistola-giocattolo-giovane-aveva-braccio-figlio-pochi-mesi.htm

Assalto armato a furgone portavalori. Un passante ferito nella sparato

Assalto armato a furgone portavalori. Un passante ferito nella sparatoria

Il mezzo stava caricando il denaro davanti a un supermercato Cityper quando i vigilantes sono stati accerchiati da un commando di quattro persone. Vari colpi sono stati esplosi, uno ha colpito un uomo di 65 anni, residente a Milano. Il bottino della rapina dovrebbe oscillare fra i 100 mila e i 200 mila euro

Porto Sant’Elpidio (Fermo), 24 giugno 2009 – Attimi di terrore, spari e un ferito davanti ad un supermercato a Porto Sant’Elpidio (Fermo), dove è stato assaltato un furgone portavalori. Un commando di banditi con passamontagna e cappucci, e armati pare di fucili a pompa e pistole, è entrato in azione intorno alle 11,30 davanti al Cityper in via Fratte, presso la Statale 16.

C’è stata anche una sparatoria fra i rapinatori e i vigilantes e un automobilista, che transitava nelle vicinanze dell’attacco, è rimasto ferito da un colpo d’arma da fuoco. Si tratta di Giuseppe D., 65 anni, residente in provincia di Milano. Uno dei colpi esplosi l’ha raggiunto all’emitorace sinistro, a pochi passi dal furgone della Fitist Security di Fermo assaltato dai rapinatori. Un colpo ha centrato anche il parabrezza della sua Audi parcheggiata poco distante in un box per disabili.

Il mezzo portavalori stava caricando il denaro dalle casse del supermercato quando il commando di quattro persone, a bordo di un furgone bianco, ha accerchiato i vigilantes. Secondo una prima ricostruzione fornita dagli investigatori, uno dei quattro rapinatori, armato di un fucile a pompa e con il volto coperto da un passamontagna, ha aggredito uno dei due vigilanti tentando di spingerlo contro il cassone del mezzo blindato.

La seconda guardia giurata ha esploso due colpi dall’interno del furgone, con la pistola di servizio: a quel punto il commando ha reagito sparando all’impazzata contro l’automezzo Fitist.

Il ferito presenta lesioni prodotte da una rosa di pallini, il che dimostra che è stato colpito dal fucile del rapinatore. L’uomo è ricoverato nell’ospedale di Fermo, in osservazione, ma le sue condizioni sono buone e presto verrà dimesso. Il bottino della rapina dovrebbe oscillare fra i 100 mila e i 200 mila euro. I soldi erano contenuti in due grosse valigie che gli assalitori sono riusciti a portare via e a caricare sul loro automezzo.

Sotto choc i clienti del market che hanno assistito alla scena. Sul posto carabinieri e polizia, mentre sono scattati posti di blocco e ricerche in tutta la regione, con l’ausilio di un elicottero dei carabinieri.

Fonte:  http://ilrestodelcarlino.ilsole24ore.com/fermo/2009/06/24/196049-assalto_armato_furgone_portavalori.shtml

ROMA: FINTI VIGILANTES A GUARDIA DI CANTIERI CON PISTOLE GIOCATTOLO, 8 DENUNCIATI DA POLIZIA

ROMA: FINTI VIGILANTES A GUARDIA DI CANTIERI CON PISTOLE GIOCATTOLO, 8 DENUNCIATI DA POLIZIA

Roma, 22 giu. (Adnkronos) – Ad un occhio inesperto si presentavano come guardie giurate a tutti gli effetti, con tanto di tesserino, uniforme e pistole giocattolo, ma quando gli agenti delle Divisione Amministrativa della Questura di Roma hanno effettuato un controllo in un cantiere della Cristoforo Colombo, si sono subito accorti che il distintivo sulla giacca del vigilantes non corrispondeva a nessuna delle organizzazioni di sicurezza autorizzate dalla Prefettura. Venerdi’ mattina e’ scattata l’operazione che ha portato al sequestro della sede illegale della G.S.V. (Gruppo Servizi Vigilanza s.r.l.) di Albano (Roma) e alla denuncia a piede libero del titolare, un romano incensurato di 40 anni, e di altre 7 persone.

Ad insospettire gli agenti nei mesi scorsi, erano i prezzi altamente concorrenziali offerti dalla Gsv. Infatti oltre alla mancanza di autorizzazione a assicurazione, a chi lavorava veniva riconosciuto un compenso di 50 euro per 12 ore di lavoro. I finti vigilantes operavano in 4 cantieri della Capitale, spesso gestiti da societa’ importanti da circa 8 mesi. Tra i denunciati risultano anche 2 guardie giurate autorizzate sotto contratto per altre societa’, che usavano la finta organizzazione per arrotondare lo stipendio.

I denunciati rischiano pene fino a tre mesi di carcere e un’ammenda pari a 206 euro. Sui reati di tipo amministrativo, come l’evasione fiscale operata dalla finta societa’ sta invece indagando la Gdf.

Fonte: http://www.libero-news.it/adnkronos/view/141516

Punta la pistola contro guardia Ivri: è finta, scatta la denuncia

Punta la pistola contro guardia Ivri: è finta, scatta la denuncia

di Chiara Pozzati

PARMA, 19 GIUGNO – “Ivri fermati” questa la frase sibilata da un giovane che ha puntato una pistola alle spalle di una guardia giurata. E’ successo mercoledì sera, al Barilla center, e mentre grappoli di ragazzi ridacchiavano sulle panchine e giovani coppie ispezionavano le vetrine illuminate di Feltrinelli, sono stati attimi di paura per l’agente. In realtà si trattava di una pistola giocattolo e, nonostante i sudori freddi, la guardia se ne è accorta dopo una manciata di minuti. Il ragazzo, un colombiano di 20 anni residente a Parma, si è poi dileguato tra la folla ma la guardia giurata ha avvertito una pattuglia delle volanti che ha fatto decisamente passare al giovane la voglia di ‘scherzare’.

I poliziotti l’hanno infatti bloccato e la bravata è stata punita con una denuncia per minacce aggravate dall’uso di armi. Infatti, sebbene la pistola fosse innocua, la mancanza del tappino rosso poteva suscitare lo stesso effetto minatorio e violento di un’arma vera.

19/06/2009 Fonte: http://www.parmaok.it/parmaok/cronaca/parm…_719060934.html

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: