Vigilantes, quinto giorno di sciopero della fame

Vigilantes, quinto giorno di sciopero della fame

Sono ormai al quinto giorno di sciopero della fame le nove guardie giurate dell’Ancr-Ivu, alcune delle quali avevano già manifestato in cima al Colosseo, e sono ancora intenzionate a resistere. I trecento lavoratori dell’istituto di vigilanza che sostengono l’iniziativa, si legge in una nota di Rdb, fanno sapere che, dopo 18 giorni di protesta di piazza, non hanno tentennamenti. I colleghi che hanno smesso di mangiare hanno tutto il loro sostegno anche se manifestano segnali preoccupanti sul versante sanitario.

“Sono persone sane abituate al lavoro ma lo stress di questa situazione aggravato dalla mancanza di alimentazione minaccia la loro salute – dichiara un loro portavoce – Domani è il primo settembre e ci sembra giunto il momento di affrontare seriamente la nostra situazione, siamo ancora senza lavoro e senza risposte, anche comune provincia e regione devono farsi carico di questo problema sociale”.

(31 agosto 2009)

Fonte: http://roma.repubblica.it/dettaglio/vigila…la-fame/1708114

Vigilantes di nuovo al Colosseo “Sciopero della fame a oltranza”

Vigilantes di nuovo al Colosseo “Sciopero della fame a oltranza”

“Traditi dalle istituzioni” è scritto sugli striscioni delle guardie giurate tornate a protestare dopo dieci giorni per il loro posto di lavoro a rischio

di Anna Rita Cillis

Roma – Seduti davanti al Colosseo ed esponendo striscioni come “ai gladiatori solo parole” e “traditi dalle istituzioni”, alcuni gladiatori hanno iniziato una sciopero della fame per chiedere risposte concrete sulla loro situazione lavorativa. “Ci hanno preso in giro – spiega Orfeo, uno dei gladiatori che dal 14 al 18 agosto avevano occupato il Colosseo – Il sindaco Alemanno si era impegnato in prima persona a risolvere la nostra situazione, ma a oggi nessuno ha fatto nulla e l’incontro in Prefettura è stata l’ennesima presa in giro.

Se la prima volta sono riusciti a gabbarci, adesso non hanno più alibi e siamo intenzionati a proseguire lo sciopero della fame ad oltranza, finché non avremo risposte concrete sul nostro futuro”. Massimo, Francesco, Giulio, Robinson, Giuseppe, Lamberto e Maurizio, hanno spiegato che hanno deciso di iniziare lo sciopero della fame in nome dei 300 lavoratori dell’istituto di Vigilanza dell’Urbe, che fa capo all’Associazione nazionale combattenti e reduci, che non hanno aderito alla privatizzazione.

“Siamo lavoratori dell’ente morale – spiega uno dei gladiatori – e usufruiamo della stabilità di impiego. Quindi non potendo essere licenziati chiediamo che sia l’Associazione nazionale dei combattenti e reduci ad occuparsi della nostra posizione lavorativa”.

(27 agosto 2009)

Fonte: http://roma.repubblica.it/dettaglio/Vigila…05430?ref=rephp

ROMA: GUARDIE GIURATE ANCR-IVU IN SCIOPERO FAME SOTTO AL COLOSSEO

ROMA: GUARDIE GIURATE ANCR-IVU IN SCIOPERO FAME SOTTO AL COLOSSEO

(ASCA) – Roma, 27 ago – Torna la mobilitazione delle guardie giurate dell’Ancr-Ivu. ”Dopo il deludente esito del tavolo che si e’ svolto questa mattina presso la Prefettura di Roma – riferisce l’RdB-Cub – 8 guardie giurate dell’Ancr-Ivu, insieme a circa cento altri dipendenti, si sono recati sotto al Colosseo e hanno dato inizio allo sciopero della fame.

Intanto un altro gruppo di lavoratori continua il presidio in Piazza San Marco”.

Le guardie giurate, conclude la nota, ”chiedono un intervento del governo a soluzione della vertenza, che garantisca loro di continuare a lavorare con gli stessi diritti e requisiti gia’ posseduti”.

res-map/sam/ss

http://www.asca.it/news-ROMA__GUARDIE_GIUR…54928-ORA-.html

MILANO: RAPINATORE FERITO, GUARDIA GIURATA INDAGATA PER TENTATO OMICIDIO

MILANO: RAPINATORE FERITO, GUARDIA GIURATA INDAGATA PER TENTATO OMICIDIO

Milano, 25 ago. (Adnkronos) – E’ stata indagata per tentato omicidio la guardia giurata che ieri ha sparato contro un malvivente durante la rapina a un supermercato Penny Market a Pero, nel Milanese. L’uomo, Ernesto Arezio 43enne gia’ noto alle forze dell’ordine, e’ stato ferito alle gambe. Ricoverato all’ospedale Sacco, il proiettile ha colpito l’arteria femorale, e’ in prognosi riservata ma non e’ in pericolo di vita.

Fonte: http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/?id=3.0.3693533023

COLOSSEO: SCESI I SEI “GLADIATORI”, STANNO BENE

COLOSSEO: SCESI I SEI “GLADIATORI”, STANNO BENE

Roma – Sono scese dal Colosseo le sei guardie giurate dell’Istituto di vigilanza Urbe che da venerdi’ avevano occupato il terzo anello del monumento. Il vicesindaco Mario Cutrufo, insieme al vicecapo di gabinetto del Comune di Roma Giammario Nardi, e’ salito all’altezza del secondo anello per parlare con loro e per portarli giu’. I sei “gladiatori”, sono stati accolti da applausi e di parenti e amici. Trasportati su due autoambulanze, sono stati trasportati all’Ospedale San Giovanni per i normali accertamenti medici. Tutti stanno bene. Soddisfazione e’ stata espressa da Cutrufo che ha ribadito per la prossima settimana, l’impegno del governo di un ulteriore approfondimento della vicenda. Oggi si e’ svolto in Prefettura un tavolo al quale hanno partecipato anche Regione e Provincia. Anche le organizzazioni sindacali, preso atto della complessa situazione e della larga apertura registrata da parte delle istituzioni, hanno concordato di proseguire il confronto.

19/08/2009 Fonte: http://www.agi.it/cronaca/notizie/200908190840-cro-rt11002-colosseo_scendono_i_sei_gladiatori_stanno_bene

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: