ARICCIA, SPARANO CONTRO AUTO METRONOTTE: 2 IN MANETTE

ARICCIA, SPARANO CONTRO AUTO METRONOTTE: 2 IN MANETTE

Due uomini, D.P. di 37 anni e M.S. di 20, entrambi residenti in Albano Laziale, sono stati arrestati all’alba di questa mattina con l’accusa di tentato omicidio in un’operazione congiunta portata a termine da personale del Commissariato di polizia di Albano Laziale e della Compagnia Carabinieri di Velletri. I due, appassionati di tuning (ovvero la pratica di modificare l’estetica delle autovetture) erano usciti insieme ieri sera per incontrarsi con alcuni amici nella zona di Ciampino. Il cugino maggiore, che in passato aveva svolto la professione di guardia giurata, aveva portato con sé la propria pistola automatica, asseritamente per ragioni di difesa personale. Al termine della serata i due hanno deciso di fare un giro in macchina lungo la S.P. Nettunense e hanno così casualmente incrociato l’autovettura di un metronotte che stava effettuando il proprio servizio di vigilanza. Senza alcuna motivazione hanno quindi deciso di seguirla ed all’improvviso, dopo averla affiancata, uno dei due ha estratto la pistola ed ha esploso un colpo contro di essa, colpendola allo sportello e mandandone in frantumi il finestrino, incredibilmente lasciando illeso il conducente. Il metronotte non si è perso d’animo e ha chiesto soccorso al 112 ed al 113. Scattata un’immediata ricerca dell’auto, Carabinieri e Polizia, congiuntamente, sono riusciti a rintracciare i responsabili; si è quindi proceduto ad seguire varie perquisizioni che hanno permesso di ritrovare la pistola, ancora carica e che nel frattempo era stata occultata nella casa di uno dei due, e numeroso munizionamento. Al termine delle indagini i due sono stati tratti in arresto con l’accusa di tentato omicidio. (omniroma.it)
(26 Marzo 2011)
Fonte: http://roma.repubblica.it/dettaglio-news/roma-14:03/6777

Ferrara Rapina alla guardia giurata dell’ipermercato

Ferrara Rapina alla guardia giurata dell’ipermercato 

Rapina alla guardia giurata dell’ipermercato

Alle ore 07.15 di oggi il personale addetto alla vigilanza di un ipermercato alla periferia sud di Ferrara, mentre era intento ai controlli interni ha sorpreso tre individui incappucciati che si aggiravano in un locale attiguo al caveau.

I banditi hanno fatto stendere a terra il dipendente dopo avergli sottratto la pistola e la radio di servizio per poi allontanarsi in auto. Dalla ricostruzione dei fatti è emerso che due di loro erano armati di fucile a canne mozze.

Sul posto sono intervenuti gli equipaggi delle Volanti, della Scientifica e della Squadra Mobile che si sta occupando delle indagini per identificare i rapinatori.

Fonte: http://www.laweb.tv/laweb09/index.php?opti…e+International

Torino, guardie giurate sui pullman per combattere i portoghesi

Torino, guardie giurate sui pullman per combattere i portoghesi

Torino come Londra. Ritornano i bigliettai. Guardie giurate, o vigilantes che dir si voglia, messe a controllare la validità dei biglietti di chi sale sulla linea 4, una delle più frequentate di Torino. Una proposta lanciata con forza dall’a m m in i s tr a t or e delegato di Gtt Roberto Barbieri e approvata ieri mattina dalla giunta comunale, che ha deciso di avviare una sperimentazione alternativa anche sulle linee 30 e 19.
Si tratta, però, di situazioni diverse. I bigliettai veri e propri saranno presenti solo sulla linea 4. L’obiettivo neppure tanto celato è quello di eliminare i “portoghesi “, chi viaggia sui mezzi pubblici senza pagare il biglietto. Gtt ha già lanciato il bando di gara e a partire dall’estate dal lunedì al venerdì, dalle 7 alle 20, le guardie giurate saranno presenti sulla linea 4 per vendere biglietti, per garantire la sicurezza ma anche per multare chi sale sul pullman senza aver pagato il ticket.

Fonte: http://www.cronacaqui.it/torino/12626_tori…portoghesi.html

Spaccio di droga a Ravenna: chiesta condanna per tre carabinieri

Spaccio di droga a Ravenna: chiesta condanna per tre carabinieri

RAVENNA – La condanna di due carabinieri e di un ex vicebrigadiere dell’Arma per un totale di quasi 30 anni di carcere e l’assoluzione dell’ultimo imputato, un’ex guardia giurata in passato anche alle dipendenze della famiglia Ferruzzi.
Sono le richieste che il Pm Cristina D’Aniello, dopo quasi cinque ore di requisitoria, ha chiesto per i quattro accusati a vario titolo davanti al collegio penale del Tribunale di Ravenna nell’ambito di un traffico di droga nell’ex Callegari, fabbrica abbandonata alle porte della città romagnola.
La pena piu’ alta, 12 anni e 40 mila euro di multa, è stata chiesta per Claudio Caponi, 48 anni, ex vicebrigadiere originario di Latina e considerato dalla Procura la mente del gruppetto di militari. Dieci anni e 30 mila euro sono stati chiesti per Piero Proietti Pannunzi, 42 anni, originario di Subiaco (Roma), all’epoca dei fatti in servizio a Ravenna e, prima di essere sospeso qualche mese fa, in forza al Radiomobile di Bologna. Infine sette anni e mezzo e 20 mila euro sono stati chiesti per Giorgio Ciardo, originario di Gagliano del Capo (Lecce) e come gli altri in servizio nella città romagnola.
Il Pm ha inoltre chiesto per quattro testi la trasmissione degli atti per falsa testimonianza: si tratta di due tossicodipendenti, un maghrebino e un’italiana, di un ex carabiniere e di un maresciallo dell’Arma.

Fonte: http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-ital…binieri-785399/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: