Ritrovato il corpo della guardia giurata scomparsa in mare

Ritrovato il corpo della guardia giurata scomparsa in mare

Daniele Carlini, 42 anni, era scomparso nella Sacca di Goro venerdì sera

Goro. È stato ritrovato all’alba il corpo senza vita di Daniele Carlini, l’uomo di 42 anni scomparso nella zona della Sacca di Goro venerdì scorso. Carlini, guardia giurata della Coopservice residente a Codigoro, alle 18.30 di venerdì aveva preso servizio sulla sua barca per la normale attività di vigilanza del mare, e aveva perlustrato per controllare le zone adibite alla pesca e agli allevamenti di mitili.

La sua imbarcazione è stata però ritrovata poco dopo abbandonata, così è scattata la segnalazione e sono state avviate le ricerche che si sono protratte fino al tramonto. Immediate sono partite le ricerche, coordinate dalla Capitaneria di Porto di Ravenna, che ha impiegando diversi mezzi tra piccole unità e motovedette, oltre a gommoni con i sommozzatori dei Vigili del Fuoco di Ferrara ed elicotteri dell’Aeronautica Militare e del 115.

Le ricerche si erano interrotte ieri sera per il sopraggiungere dell’oscurità, per riprendere questa mattina alle 6. A perlustrare sono state le unità navali dell’Ufficio locale marittimo di Goro con l’ausilio del nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco di Ferrara e dello stesso personale della Coop Service.

Dopo circa mezzora le perlustrazioni si sono concluse con il ritrovamento del cadavere, in prossimità dell’impianto di miticoltura.

A seguito dell’autorizzazione del magistrato di turno, la pm Mariaemanuela Guerra della procura di Ferrara, il corpo è stato trasferito dal nucleo sommozzatori dei sommozzatori nel porto di Goro, dove è arrivato alle 7.20.

Dopo il sopralluogo del medico legale, il corpo è stato trasferito al’istituto di Medicina legale di Ferrara.

29/05/2011 Fonte: www.estense.com/?p=148018

Annunci

Una Risposta

  1. ma come è possibile che si possa mandare una guardia da sola a bordo di una barca…. al buio alle intemperie… ma che razza di lavoro fanno sti poveri cristiani?
    secondo me bisogna essere in due ogni barca… e poi avere regole precise.. scommetto che sono obbligati ad uscire anche con situazioni meteorologiche avverse……. ma dov’è lo spisal.?
    dov’è il ministero del lavoro?
    povero ragazzo….. morto così giovane….
    le istituzioni devono far luce su chi come Daniele fà questo tipo di lavoro, devono impedire altre sciagure del genere . devono obbligare i datori di lavoro a pensare prima alla vita dei propri dipendenti e poi al loro tanto bene amato DENARO….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: