Parco Di Giulio, costerà 300mila euro all’anno

Parco Di Giulio, costerà 300mila euro all’anno

SABATO 06 AGOSTO 2011

BRINDISI – Per la vigilanza e la manutenzione del parco recentemente intitolato a Tonino Di Giulio ci vorranno più di 300mila euro all’anno, c’è chi parla di quasi 400 mila. L’importo è riportato su carta, nello schema di accordo con la Multiservizi che avrà in affidamento l’enorme giardino del quartiere Commenda.
Gli addetti ai lavori lo avevano già detto in tempi non sospetti, quando si discuteva dell’opportunità di far sostenere all’Enel solo i costi della piantumazione del verde (per un totale di 1 milione e 320 mila euro dati al Comune in più tranche) e non piuttosto di chiedere all’azienda di accollarsi il mantenimento di quel parco che ha costi di gestione elevatissimi.
La guardiania, nel solo mese di novembre del 2010 è costata diciotto mila euro, con pagamento anticipato.

Per il servizio sono stati impegnati, in pochi mesi, ben 56 mila euro. E si tratta ancora di un affidamento provvisorio.
Ogni giorno, notte inclusa, i vigilantes della Sveviapol effettuano servizio di controllo all’interno del parco, che è sconfinato. E continueranno, ché di furti e danneggiamenti ce ne sono stati.
Chi si occuperà di provvedere ai costi annuali di gestione, stimati per più di 300mila euro dagli stessi tecnici comunali? Qualcuno ha proposto di chiedere all’Enel di finanziare, l’Enel che finora ha messo a disposizione, in cambio della rinuncia del Comune alla costituzione di parte civile nel processo Coke, un milione e trecentoventisette mila euro che sono stati usati unicamente per i cipressi, le palme, gli ulivi e le viti. L’Enel ha incaricato direttamente la Multiservizi di eseguire l’opera.
Sabato scorso l’inaugurazione, sebbene non tutto sia ancora stato ultimato all’interno. Con la prima uscita pubblica, dopo la malattia, del sindaco di Brindisi, Domenico Mennitti che si è detto orgoglioso di aver portato a compimento, durante il suo governo della città, l’opera pubblica progettata nel 2002, interamente realizzata dopo, con l’amministrazione di centrodestra.
Del resto si tratta di una specie di “Hyde Park” che ricongiunge i quartieri Bozzano e Commenda e che è vicino al centro di Brindisi. E’ sconfinato, il giardino. Sono stati rimboschiti 11 ettari di area priva di vegetazione, nell’area nota come “Magrone”, trasformata in un paradiso verde. C’è un percorso d’acqua circondato dalle piante. La piazza dei “cipressi”. E’ stato ricreato un paesaggio molto simile alla campagna brindisina. Perfino il campo da minigolf, oltre al porco giochi e agli orti per gli anziani.
“Leggi l’articolo completo sull’edizione di Senzacolonne oggi in edicola”

Fonte: http://www.senzacolonne.it/index.php?option=com_content&view=article&id=12968:parco-di-giulio-costera-300mila-euro-allanno&catid=90:cronaca-brindisi&Itemid=280

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: