Guardia giurata reintegrata: la soddisfazione della Filcams-Cgil

Guardia giurata reintegrata: la soddisfazione della Filcams-Cgil

26-09-2011 / LAVORO / LA REDAZIONE

LUCCA, 26 settembre – C’è soddisfazione alla Filcams-Cgil per il reintegro della guardia giurata. “È fatta! – esclama soddisfatto Umberto Marchi che si era impegnato fortemente nella battaglia -. Reintegro per la guardia giurata licenziata dalla Fidelitas nell’aprile scorso solo perché usci dalla sua zona per un caffè, oggi, il Giudice del Lavoro di Lucca, Dott. Nannipieri, ha accolto il ricorso del lavoratore presentato tramite la Filcams Cgil”.

Per Marchi infatti: “sarebbe stata un’ingiustizia immensa se passava la tesi aziendale, quello che è accaduto è all’inverosimile, hanno licenziato un padre di due bambini in tenera età, con la moglie precaria che termina proprio questo mese il suo contratto di lavoro, con affitto e finanziamenti da pagare“.

“Abbiamo letto e riletto il contratto nazionale affidando il ricorso all’avvocato Nicola Frezza di Lucca – prosegue Marchi -, dove ha esaminato tutte le sfaccettature impostando un ottimo ricorso, ci dispiace invece di alcuni lavoratori della Fidelitas, che si sono prestati all’azienda, sia in questo caso, ma anche in altri episodi che non hanno avuto un epilogo così drammatico, per andare a fare un lavoro che noi definiamo “sporco”, vanno in cerca di persone “scomode”, fanno li amici e obbligano i colleghi con la loro pressione a sbagliare, per poi buttarsi come avvoltoi sulla preda per eliminarla definitivamente mandandola al patibolo aziendale”.

Per il segretario della Filcams provinciale: “Anche in questo caso è accaduta la stessa cosa, prima si sono resi disponibili, hanno fanno gli amici, hanno portano lo sventurato a commettere piccole infrazioni e poi lo hanno denunciano all’azienda, facendo colpire il colpevole lavoratore che credeva di avere trovato un amico. Siamo contenti afferma Marchi, perché anche questo episodio fa emergere un chiaro attacco dell’azienda contro taluni che risultano indigesti per svariati motivi, alcuni lavoratori proprio alla Fidelitas sono stati graziati da questa direzione, altri, provvedimenti più o meno pesanti e molti, iscritti proprio della Cgil”.

Questa vittoria della Filcams Cgil avvenuta nella sede di giustizia, per il sindacato “denota quanto le aziende pensano poco a quello che fanno, se non rientri nelle loro grazie, sei licenziato senza appello! Per ora abbiamo ancora il riconoscimento del reintegro, ma fino a quando questo sarà possibile? In questo scorcio di anno, le grandi aziende, dei servizi e della grande distribuzione hanno dato il meglio di loro licenziando lavoratori illegittimamente, è inammissibile si proceda inesorabilmente a licenziare pur sapendo che l’unica fonte di sostentamento è proprio quel tipo di lavoro”.

Crediamo – conclude Marchi – che le aziende debbano mettere un freno al loro impeto, smettano di fare guerra ai lavoratori per ingiustizie, le aziende, magari chiedendo anche l’aiuto delle parti sociali sempre pronte ad un confronto, trovino soluzioni alternative, ma i licenziamenti, con i tempi in cui siamo, sono veramente forti, per fortuna che ancora regna la giustizia e questa ‘sentenza’ ne è una prova lampante“.

Fonte: http://www.loschermo.it/articoli/view/37505

Annunci

GANG MINORENNI IN AZIONE, RAPINANO SUPERMARKET E PICCHIANO VIGILANTE

GANG MINORENNI IN AZIONE, RAPINANO SUPERMARKET E PICCHIANO VIGILANTE

Una banda di 6-7i minorenni ha rapinato nel pomeriggio un supermarket di via della Ferrera e ha aggredito a calci e pugni la guardia giurata che ha tentato di bloccarli. E’ accaduto intorno alle 15.30. Il gruppo di giovani è entrato nel negozio e ha rubato alcuni generi alimentari, guadagnando l’uscita per fuggire. A inseguirli la guardia giurata del punto vendita, un marocchino 28enne, che è stato picchiato a calci e pugni dal gruppo. L’uomo è comunque riuscito a resistere e bloccare uno della banda, un minorenne di 14 anni che gli aveva scagliato contro un sasso, prima dell’arrivo della polizia.(Omnimilano.it)

(26 Settembre 2011 ore 18:31) Fonte: http://milano.repubblica.it/dettaglio-news/milano-18:31/5845

CRONACA: Installate telecamere di sicurezza attorno al poliambulatorio di Fuorigrotta

CRONACA: Installate telecamere di sicurezza attorno al poliambulatorio di Fuorigrotta

307701_2225329206539_1647056982_2183238_800632897_n

NAPOLI – Dopo mesi di attesa sono state installate le telecamere all’esterno del poliambulatorio ASL di via Winspeare a Fuorigrotta. La struttura a fine Luglio e il 7 Settembre scorso è stato oggetto di due rapine: nella prima è stato sottratto l’incasso della cassa tickets,nella seconda (a mano armata), c’è stato purtroppo il ferimento di una guardia giurata. Grazie all’interessamento del sindacato UIL (fiduciario Aldo Di Bernardo) e di altri consiglieri della Municipalità, è stato sollecitato il Direttore del Distretto a provvedere all’installazione delle telecamere. Dopo mesi di attesa, finalmente da venerdì il poliambulatorio può contare su sei nuovissime telecamere che permetteranno di vigilare sulla struttura 24 ore al giorno.

26 settembre 2011 Fonte: http://www.napolivillage.com/Napoli/cronaca-installate-telecamere-di-sicurezza-attorno-al-poliambulatorio-di-fuorigrotta.html

Savona: trentottenne arrestato per rapina “impropria”

Savona: trentottenne arrestato per rapina “impropria”

Ieri sera, gli agenti della Squadra Volante hanno tratto in arresto un trentottenne con l’accusa di rapina impropria.

L’uomo, sorpreso dalle guardie giurate di un supermercato di Savona mentre si allontanava con della merce non pagata, tentava la fuga reagendo con violenza nei confronti dei vigilanti. Provvidenziale l’intervento dei poliziotti che lo hanno arrestato, mettendolo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Stamane è previsto il Processo per direttissima.

26 settembre 2011 Fonte: http://www.savonanews.it/2011/09/26/leggi-notizia/argomenti/cronaca-2/articolo/savona-arrestato-trentottenne-per-rapina-impropria.html

REGIONE VDA APPROVA NUOVI PROGETTI FSE PER 1,7 MLN

REGIONE VDA APPROVA NUOVI PROGETTI FSE PER 1,7 MLN

(ANSA) – AOSTA, 26 SET – Via libera da parte della Giunta regionale della Valle d’Aosta a 16 nuovi progetti cofinanziati dal Fondo Sociale Europeo e relativi agli assi ‘Occupabilita”, ‘Integrazione sociale’ e ‘Capitale umano’. Risultati idonei e finanziabili, i progetti richiederanno un investimento di 1 milione 745 mila euro.

Sul fronte dell’occupazione i progetti riguardano, tra le altre cose, la qualificazione di adulti disoccupati, precari, stagionali, o a richio disoccupazione; la formazione di tecnici aeronautici per la manutenzione degli elicotteri; corsi per il miglioramento delle capacità nelle lingue straniere; la qualificazione per l’abilitazione di guardia particolare giurata; l’acquisizione di competenze aggiuntive per allievi di sala e allievi di cucina.

Iniziative anche per il rinnovamento del settore agricolo, tra azioni per sostenere la diffusione degli strumenti multimediali, la promozione della ricerca e un percorso specifico che fornisce competenze imprenditoriali.

Tra i progetti approvati anche un percorso di formazione per l’avvio di impresa per detenuti reclusi nella Casa circondariale di Brissogne (Aosta). Secondo i dati al 31 dicembre 2010, i progetti che utilizzano il Fse approvati in Valle d’Aosta erano poco meno di 1800, di cui 834 nel solo 2010. Quelli avviati sono quasi 500, mentre 470 sono arrivati a conclusione. Nel complesso le attività approvate hanno interessato circa 10 mila lavoratori e 189 imprese. Solo nel 2010 i destinatari sono stati circa 4300 e le imprese 105.

Fonte: http://www.regione.vda.it/notizieansa/details_i.asp?id=122190

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: