Guardia giurata reintegrata: la soddisfazione della Filcams-Cgil

Guardia giurata reintegrata: la soddisfazione della Filcams-Cgil

26-09-2011 / LAVORO / LA REDAZIONE

LUCCA, 26 settembre – C’è soddisfazione alla Filcams-Cgil per il reintegro della guardia giurata. “È fatta! – esclama soddisfatto Umberto Marchi che si era impegnato fortemente nella battaglia -. Reintegro per la guardia giurata licenziata dalla Fidelitas nell’aprile scorso solo perché usci dalla sua zona per un caffè, oggi, il Giudice del Lavoro di Lucca, Dott. Nannipieri, ha accolto il ricorso del lavoratore presentato tramite la Filcams Cgil”.

Per Marchi infatti: “sarebbe stata un’ingiustizia immensa se passava la tesi aziendale, quello che è accaduto è all’inverosimile, hanno licenziato un padre di due bambini in tenera età, con la moglie precaria che termina proprio questo mese il suo contratto di lavoro, con affitto e finanziamenti da pagare“.

“Abbiamo letto e riletto il contratto nazionale affidando il ricorso all’avvocato Nicola Frezza di Lucca – prosegue Marchi -, dove ha esaminato tutte le sfaccettature impostando un ottimo ricorso, ci dispiace invece di alcuni lavoratori della Fidelitas, che si sono prestati all’azienda, sia in questo caso, ma anche in altri episodi che non hanno avuto un epilogo così drammatico, per andare a fare un lavoro che noi definiamo “sporco”, vanno in cerca di persone “scomode”, fanno li amici e obbligano i colleghi con la loro pressione a sbagliare, per poi buttarsi come avvoltoi sulla preda per eliminarla definitivamente mandandola al patibolo aziendale”.

Per il segretario della Filcams provinciale: “Anche in questo caso è accaduta la stessa cosa, prima si sono resi disponibili, hanno fanno gli amici, hanno portano lo sventurato a commettere piccole infrazioni e poi lo hanno denunciano all’azienda, facendo colpire il colpevole lavoratore che credeva di avere trovato un amico. Siamo contenti afferma Marchi, perché anche questo episodio fa emergere un chiaro attacco dell’azienda contro taluni che risultano indigesti per svariati motivi, alcuni lavoratori proprio alla Fidelitas sono stati graziati da questa direzione, altri, provvedimenti più o meno pesanti e molti, iscritti proprio della Cgil”.

Questa vittoria della Filcams Cgil avvenuta nella sede di giustizia, per il sindacato “denota quanto le aziende pensano poco a quello che fanno, se non rientri nelle loro grazie, sei licenziato senza appello! Per ora abbiamo ancora il riconoscimento del reintegro, ma fino a quando questo sarà possibile? In questo scorcio di anno, le grandi aziende, dei servizi e della grande distribuzione hanno dato il meglio di loro licenziando lavoratori illegittimamente, è inammissibile si proceda inesorabilmente a licenziare pur sapendo che l’unica fonte di sostentamento è proprio quel tipo di lavoro”.

Crediamo – conclude Marchi – che le aziende debbano mettere un freno al loro impeto, smettano di fare guerra ai lavoratori per ingiustizie, le aziende, magari chiedendo anche l’aiuto delle parti sociali sempre pronte ad un confronto, trovino soluzioni alternative, ma i licenziamenti, con i tempi in cui siamo, sono veramente forti, per fortuna che ancora regna la giustizia e questa ‘sentenza’ ne è una prova lampante“.

Fonte: http://www.loschermo.it/articoli/view/37505

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: