PER NON DIMENTICARE GAETANO MONTANINO

PER NON DIMENTICARE GAETANO MONTANINO

Presso la Cappella della Beata Vergine del Santuario di Pompei, don Tonino Palmese officerà una messa in memoria della guardia giurata di Ottaviano uccisa a Piazza Mercato a Napoli il 4 agosto 2009.

Giovedì 29 settembre 2011, alle ore 18, all’interno della Cappella della Beata Vergine del Santuario di Pompei, il vicepresidente della Fondazione Pol.i.s. e referente regionale di Libera don Tonino Palmese officerà una messa in memoria di Gaetano Montanino (foto), la guardia giurata uccisa a Piazza Mercato a Napoli il 4 agosto 2009.

Sarà presente una delegazione della Fondazione Pol.i.s. e del Coordinamento campano dei familiari delle vittime innocenti della criminalità. Per non dimenticare il sacrificio di Gaetano, riportiamo qui in breve la sua storia:
Il 04/08/2009 Gaetano Montanino, guardia giurata, è ucciso durante una sparatoria avvenuta in piazza Mercato, a Napoli. Montanino e un collega, Fabio De Rosa, sono nella macchina di servizio dell’istituto per cui lavorano, “la Vigilante”, per il loro giro abituale di controllo delle attività commerciali. Tutto sembra in ordine, la zona è pressoché deserta.

Le due guardie vengono però avvicinate da due delinquenti che intimano la consegna delle armi. Gaetano e Fabio resistono. Scoppia il conflitto a fuoco. Gaetano viene colpito da 8 colpi di pistola, il compagno è più fortunato. I sei proiettili che lo colpiscono non ledono parti vitali. La sera stessa dell’omicidio viene fermato uno dei due delinquenti, Davide Cella, rimasto ferito durante la sparatoria. La testimonianza del vigilante De Rosa permette di ricostruire la dinamica dei fatti ai poliziotti della Squadra Mobile che in ospedale trovano non solo Fabio, ma anche Davide Cella. Gaetano Montanino lascia la moglie e una giovane figlia.
(Fonte foto: Rete Internet)

Autore: C.S.

Fonte: http://www.ilmediano.it/aspx/visArticolo.aspx?id=14841

Annunci

Controlli di sicurezza all’aeroporto. La polizia bacchetta una senatrice

Controlli di sicurezza all’aeroporto. La polizia bacchetta una senatrice

27/09/2011

Il sindacato della polizia Ugl bacchetta una senatrice veronese che all’aeroporto Catullo, prima dell’imbarco, si sarebbe rifiutata di sottoporsi alla completa procedura dei controlli di sicurezza ai quali vengono sottoposti di prassi tutti i passeggeri in partenza.

«Nel mondo post 11 Settembre 2001, i rigidi controlli aeroportuali sono diventati un’abitudine», esordisce la segreteria provinciale del sindacato, «ma, stando a quanto accaduto nella giornata del 26 settembre 2011 all’aeroporto Valerio Catullo, questo sembra infastidire non poco una senatrice veronese. Alla richiesta di togliersi le scarpe per motivi di sicurezza, la senatrice veronese a salvaguardia dei propri diritti civili ma, a discapito della possibilità di proteggere il mondo da minacce terroristiche, ha inscenato l’ennesimo “spettacolo teatrale” con tanto d’intervento della Polizia di Stato».

«Ennesimo», sottolinea ancora l’Ugl , «perché non è la prima volta che questa personalità crea problematiche all’atto dei controlli aeroportuali. Teniamo a precisare che nessuno e ripetiamo nessuno, può essere esentato dall’effettuare i previsti controlli aeroportuali prima di salire a bordo di un aeromobile, nemmeno se ricopre il ruolo di senatore».

«Il personale della polizia di Stato e le guardie particolari giurate in servizio all’aeroporto Valerio Catullo, giornalmente, con non poche difficoltà, riescono a garantire il previsto standard di sicurezza e, non possono certamente essere bistrattati da chi non gradisce, essere controllato. In attesa che anche l’aeroporto Valerio Catullo sia dotato dei nuovi scanner per scarpe come
quelli prodotti da Safran Mopho, azienda che faceva parte della divisione Sicurezza di General Electric, la Senatrice veronese dovrebbe pensare che i controlli aeroportuali vengono effettuati a garanzia dell’intera collettività».

«Riteniamo che quanto successo sia molto grave e solamente grazie alla professionalità della polizia e delle guardie particolari giurate in servizio all’aeroporto Valerio Catullo, la situazione non sia ulteriormente degenerata».

Fonte: http://www.larena.it/stories/Home/291765_controlli_di_sicurezza_allaeroportola_polizia_bacchetta_una_senatrice/

CRONACA: Due minorenni arrestati per rapina

CRONACA: Due minorenni arrestati per rapina

NAPOLI- Due ragazzi di 17 e 16 sono stati identificati dagli agenti della squadra Mobile della Questura di Napoli in quanto responsabili di rapina aggravata ai danni di un supermercato di Secondigliano.Lo scorso mese di luglio, due ragazzi intorno alle ore 12, coperti con caschi a scodella facevano irruzione all’interno del supermercato e sotto la minaccia di una pistola si facevano consegnare la somma di 500 euro custodita nelle casse.Una Guardia Particolare Giurata notava la presenza dei rapinatori ed esplodeva alcuni colpi d’arma da fuoco a scopo intimidatorio che costringevano i rapinatori ad abbandonare durante la fuga uno scooter Piaggio Liberty.Dalla targa successivamente, i poliziotti della Sez. Antirapina sono risaliti al conducente del Piaggio, un ragazzo di 17 anni, con pregiudizi di polizia, arrestato successivamente in esecuzione di un provvedimento restrittivo del Gip del Tribunale dei Minorenni.

Attraverso i sistemi di videosorveglianza di alcuni esercizi commerciali del quartiere, gli agenti identificavano anche il secondo complice, un ragazzo di 16 anni di Secondigliano, che rendeva ampie dichiarazioni confessorie in relazione alla rapina.I giovani sono stati ristretti all’Istituto Penitenziario di Airola.

27 settembre 2011 Fonte: http://www.napolivillage.com/Napoli/cronaca-due-minorenni-arrestati-per-rapina.html

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: