Arrestato il quarto membro della banda che rapinò l’ufficio postale di Borgo a Mozzano nel 2010

Arrestato il quarto membro della banda che rapinò l’ufficio postale di Borgo a Mozzano nel 2010

Giuseppe Sebastiano Condorelli

07-10-2011 / CRONACA / LA REDAZIONE

LUCCA, 7 ottobre – Si chiama Giuseppe Sebastiano Condorelli, ha 25 anni, è nato a Catania e residente a Roma, il quarto membro della banda che il 5 ottobre 2010 tento una rapina all’ufficio postale di Borgo a Mozzano e nel corso della quale perse la vita uno dei rapinatori. Il giovane è stato identificato e arrestato dai Carabinieri di Lucca, al termine di un’indagine volta a chiudere il cerchio sulla banda che assaltò l’ufficio postale. Come sopra, la rapina non andò a segno per la reazione della guardia giurata, che rispondendo al fuoco di uno dei due rapinatori, lo ferì a morte.

Quel giorno due rapinatori della banda si introdussero nell’ufficio postale, all’apertura, minacciando con la pistola l’impiegata addetta. Fu allora che giunse sul posto la guardia giurata addetta alla consegna del denaro che, accortasi della presenza dei rapinatori, tentò di allontanarsi per dare l’allarme, ma venne inseguito da uno dei due allo scopo di sottrargli la valigetta contenente il denaro, che esplose alcuni colpi di pistola in direzione del metronotte.

La guardia giurata reagì con l’arma in dotazione, ferendo mortalmente uno dei rapinatori. Nel frattempo, scattato l’allarme, il secondo rapinatore venne immobilizzato e arrestato dai Carabinieri della Stazione di Borgo a Mozzano, giunti sul posto.

Nel corso delle indagini, il rapinatore deceduto è stato identificato come Mario Tomaselli, mentre quello finito in manette risultò chiamarsi Marco Marotta, entrambi domiciliati a Roma.

Le indagini hanno consentito di scoprire poi l’identità del basista e autista della banda: Claudio Tomaselli, arrestato in seguito (il 17 novembre 2010, ndr) a Porcari dai carabinieri e attualmente in carcere, a seguito della condanna del Tribunale di Lucca alla pena di anni due di reclusione.

Successivamente, è stata individuata la presenza di un quarto uomo, che aveva il compito di garantire, a colpo avvenuto, la fuga dei rapinatori a bordo di due diverse autovetture: Condorelli, appunto.

Dopo diversi mesi di indagini tecniche e controlli incrociati anche il ruolo dell’ultimo componente della banda è stato svelato: giunto da Roma la sera precedente alla tentata rapina, si era incontrato con i tre complici presso l’abitazione di Claudio Tomaselli e – dopo la fallita rapina – si era allontanato da Lucca dirigendosi prima nell’hinterland di Milano – dove aveva la disponibilità di una abitazione di una parente – e quindi, il giorno seguente, aveva fatto rientro a Roma, città dove è stato arrestato.

A Condorelli non è rimasto che patteggiare di fronte al Gip del Tribunale di Lucca la pena in anni 2 di reclusione.

Fonte: http://www.loschermo.it/articoli/view/37810

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: