Sceriffi in carrozza per un Besanino più sicuro

Sceriffi in carrozza per un Besanino più sicuro

Guardie giurate dopo vandalismi e minacce ai controllori

Sui nuovi convogli della linea Monza-Lecco Trenord ha deciso di schierare pattuglie di vigilantes come deterrente

Un treno regionale

Un treno regionale

Besana, 9 ottobre 2011 – Guardie giurate scortano i controllori sulle nuove vetture del Besanino. Da tre settimane, oltre al personale viaggiante, sui due convogli inaugurati da Trenord il 12 settembre scorso alla stazione di Lecco, sono presenti anche due operatori di una società di vigilanza privata. Trenord, proprietaria dei treni che viaggiano lungo la linea brianzola, ha voluto tutelare un investimento di 66 milioni di euro che ha portato sulla linea 2 nuovi convogli già attivi e altri 9 che entreranno ufficialmente in funzione entro la fine del mese.

A far scattare l’allarme, a pochi giorni dall’inaugurazione, piccoli atti di vandalismo ad opera di giovani writers e di studenti maleducati sui nuovi convogli. Emblematico il caso della ragazza multata a Triuggio, il giorno dopo l’inaugurazione, colta sul fatto da un controllore con le scarpe sul sedile. Se sulla linea che transita da Besana la scelta di avere le guardie giurate è stata preventiva, per il tratto ferroviario gemello che attraversa Carnate, è sembrata un’esigenza. Le guardie giurate fanno da scorta al controllore e lo tutelano da eventuali aggressioni.

Nelle scorse settimane sono stati diversi gli episodi che hanno visto protagonisti gli addetti al controllo dei biglietti: minacce, degenerate in un caso in un tentativo di pestaggio, hanno preso di mira i controllori sui nuovi convogli. A svelare il retroscena sull’utilizzo dei vigilantes è stato Tiziano Gambarini, direttore operativo di Trenord, che ieri mattina è intervenuto al convegno dedicato a ferrovie e territorio, organizzato dalla Pro Loco di Besana, in collaborazione con il Comitato dei pendolari per festeggiare il primo secolo di vita della linea Monza-Lecco.

Ad illustrare le novità che nei prossimi mesi interesseranno la linea Orazio Iacono, responsabile di Rfi, la società che gestisce le reti ferroviarie. «Stiamo lavorando sulla puntualità, che rimane ancora bassa, ma anche sul nodo ferroviario di Monza e sulle stazioni – ha spiegato il responsabile di Rfi -. Proprio su questo capitolo, le stazioni, l’indice di soddisfazione del cliente è sotto la sufficienza».

«I lavori che verranno eseguiti riguarderanno la pulizia e il decoro delle stazioni – ha continuato Iacono –. Vorremmo che fossero considerate dai cittadini piazze della città, usufruibili e sicure e non luoghi abbandonati o di passaggio. Una mano da questo punto di vista ci arriva dalla tecnologia che darà la possibilità di gestire il traffico ferroviario lavorando da una sola centrale operativa di coordinamento e in caso di guasto ci permette di gestire una situazione limitando i disagi».

All’importante momento di confronto, durante il quale si è discusso delle prospettive di sviluppo della Monza-Molteno-Oggiono, nell’ambito del trasporto ferroviario lombardo, hanno preso parte molte delle 22 realtà comunali che sorgono lungo la tratta, oltre ai rappresentanti delle due province, Lecco e Monza, sulle quali transitano quotidianamente 80 convogli e oltre 15 mila persone.

TRASPORTI

Fonte: http://www.ilgiorno.it/monza/cronaca/2011/10/09/596893-sceriffi_carrozza_besanino_sicuro.shtml

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: