Rapina in una banca di Airola, bottino 33000 euro

CARABINIERI. AGISCONO IN DUE E DISARMANO LA GUARDIA GIURATA

Rapina in una banca di Airola, bottino 33000 euro

Si sono fatti consegnare il contante disponibile al momento nelle casse

Nel pomerigio di oggi, ad Airola (Benevento), all’interno dell’istituto di credito “Banca Popolare di Novara”, in  corso Montella n. 11, due uomini, parzialmente travisati, di cui uno armato con un frammento di vetro appuntito, dopo essere entrati ed avere immobilizzato la guardia particolare giurata, sottraendogli la pistola d’ordinanza, si slno fatti consegnare dagli impiegati il denaro contante in quel momento disponibile all’interno delle cassa corrente poi dileguandosi a piedi.

Alla notizia dell’accaduto i Carabinieri hanno attuato il piano prestabilito antirapina per rintracciare i due malviventi. Mentre sono in corso le indagini dei carabinieri della Stazione CC di Airola e quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Montesarchio per riuscire a risalire agli autori del colpo.

Per fortuna, nessun danno alle personee bottino di 33mila euro

14 novembre 2011 Fonte: http://www.ntr24.tv/it/news/23758

Sparano al vigilante ma lui li mette in fuga

Sparano al vigilante ma lui li mette in fuga

Alla vista di un’auto che li tallonava non si sono fatti scrupoli: hanno impugnato la pistola e hanno sparato un colpo all’indirizzo del conducente del mezzo. Questi, un vigilante della Sicurvigile di Torre Santa Susanna, ha risposto al fuoco e ha scongiurato una probabile rapina in un supermercato. Sono scene da “far west” quelle vissute ieri mattina all’angolo fra via Pola e via Cesare Battisti, nel cuore di Erchie.

Quattro malviventi a bordo di una Toyota Yaris erano pronti a irrompere all’interno di un’attività commerciale (probabilmente il discount “Gio” di via San Francesco), in piena ora di punta. Messi in fuga dal coraggioso intervento della guardia giurata, sono stati ricercati fino al tardo pomeriggio dai carabinieri della stazione di Erchie al comando del maresciallo Bisazza, con il supporto delle aliquote radiomobili facenti capo alla compagnia di Francavilla Fontana guidata dal capitano Prudente.

Tutti e quattro, stando a una prima ricostruzione dell’episodio, indossavano un paio di guanti. E’ stata questa circostanza a insospettire il vigilante, che ha cominciato a seguire la Toyota con discrezione, cercando di non farsi notare.

Il pedinamento è iniziato in via Cesare Battisti, poco dopo le 11. La Yaris sembrava procedere quasi a passo d’uomo, senza una meta precisa. Fiutato il pericolo, il vigilante ha immediatamente informato la centrale operativa di quanto stava avvenendo. Nel frattempo, continuava a stare alla calcagna del commando, che si spostava verso l’ingresso posteriore del “Giò” in via Pola, nelle vicinanze di un forno.
I malviventi erano in rampa di lancio quando hanno notato, alle loro spalle, l’auto guidata dal vigilante. A quel punto, uno di loro, dal lato guidatore, ha impugnato la pistola, ha sporto il braccio dal finestrino e ha premuto il grilletto della sua calibro 9,25. Non si sa se i rapinatori intendessero colpire la guardia giurata o volessero solo intimorirla. Sta di fatto che questa, con encomiabile spirito di servizio, ha a sua volta estratto la pistola dalla fondina e ha fatto partire un colpo all’indirizzo della Toyota.
Nessuno dei due colpi è andato a bersaglio. Se un passante avesse incrociato per caso la traiettoria dei proiettili, però, la sparatoria si sarebbe potuta trasformate in una tragedia.
Per fortuna, la strada era pressoché deserta. Nessuno ha assistito di persona alla scena, anche se alcuni residenti, subito dopo aver udito gli spari, si sono voluti sincerare di cosa fosse successo.
Quando i carabinieri, allertati dalla centrale operativa dell’istituto di vigilanza, si sono portati sul posto, i banditi avevano già imboccato la strada che conduce al cimitero, facendo perdere le loro tracce.
A nulla sono serviti i posti di blocco allestiti in poco meno di un quarto d’ora, su tutte le principali vie d’accesso al paese.
Mentre le aliquote radiomobili setacciavano il terreno a caccia dei delinquenti, gli uomini della scientifica eseguivano i rilievi di rito sul luogo della sparatoria.
In via Pola sono stati recuperati due bossoli, ma non si sa ancora se questi siano riconducibili alla pistola della guardia giurata o all’arma dei banditi.
I carabinieri sono certi che lo zelo mostrato dal vigilante abbia sventato un’azione criminosa in una delle attività commerciali del luogo.
Sembra la sceneggiatura di un film già visto. Lo scorso due novembre, infatti, sempre a Erchie, i carabinieri sorpresero due individui a bordo di una moto di grossa cilindrata con il volto coperto da casco integrale. Ne scaturì un inseguimento dal quale le forze dell’ordine dovettero subito desistere, per non mettere a repentaglio l’incolumità dei pedoni che stavano raggiungendo il cimitero.
In quella occasione, ma questa circostanza non ha mai trovato un riscontro ufficiale, uno dei testimoni oculari vide spuntare una pistola dalla cintola del passeggero della moto.

14 novembre 2011 Fonte: http://www.senzacolonne.it/index.php?option=com_content&view=article&id=14396:sparano-al-vigilante-ma-lui-li-mette-in-fuga&catid=89:cronaca-regionale&Itemid=281

Biella: 3 ragazzi aggrediscono le guardie giurate di un centro commerciale

Biella: 3 ragazzi aggrediscono le guardie giurate di un centro commerciale

Biella: 1 arresto e 2 denunce per 3 giovani che hanno aggredito le guardie giurate di un centro commerciale

Ieri pomeriggio intorno alle 16.30 alla sala operativa della Questura veniva segnalata un’aggressione a due guardie giurate in servizio presso il centro commerciale “I Giardini” da parte di tre individui in possesso di armi bianche. Sul posto intervenivano due Volanti che raggiungevano il centro commerciale da entrambi i lati e alla vista della Polizia due dei presunti aggressori si davano alla fuga a piedi verso piazza Casalegno. Iniziava quindi uninseguimento a piedi e uno degli agenti bloccava e ammanettava uno dei soggetti che aveva un coltello da cucina nel giubbino. Il secondo fuggitivo veniva raggiunto dall’altro agente e per evitare il fermo brandiva un taglierino e un guinzaglio lungo circa un metro con all’estremità un moschettone in ferro che faceva ruotare in aria per dissuadere il poliziotto dall’avvicinarsi.

In suo soccorso venivano però alcune persone presenti sul posto che distraevano edavvicinavano il malvivente dando così la possibilità all’agente di disarmarlo e ammanettarlo. Nel frattempo l’altra Volante intervenuta sul posto rintracciava e bloccava il terzo aggressore all’uscita del centro commerciale. I tre fermati venivano accompagnati in Questura e identificati: Rosso Mauro 23 anni, con numerosi precedenti tra cui spaccio e furto e scarcerato soltanto un paio di settimane fa, come il giovane con il taglierino e l’arma medievale rudimentale bloccato grazie all’aiuto delle persone presenti; P.Alessandro 22 anni, fermato con il coltello da cucina in piazza Casalegno e con a carico diversi precedenti, ed infine D.Marco 26 anni bloccato dalla seconda Volante, anch’egli pregiudicato. Dalle numerose testimonianze raccolte si apprendeva che l’aggressione alle guardie giurate era scaturita dalla circostanza che questi ultimi, pochi giorni orsono, li avevano allontanati dall’ingresso dell’Esselunga perchéinfastidivano i clienti con pressanti richieste di soldi. Dopo aver provocato e insultato i vigilantes, il terzetto passava ai fatti con spintoni, schiaffi, il guinzaglio e il coltello da cucina e tentando di sfilare la pistola di ordinanza di uno dei due. A seguito dell’aggressione le due guardie si recavano al pronto soccorso e successivamente dimesse con una prognosi di cinque giorni ciascuna. Conclusi gli accertamenti, il Rosso Mauro veniva arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere, lesioni, ingiuria e minacce. Denuncia a piede libero per i medesimi reati nei confronti degli altri due aggressori.

Scritto il 14 novembre 2011 alle 10:11

da 

Fonte: http://www.italiah24.it/regioni/nord/piemonte/biella/notizie-biella/78126/biella-3-ragazzi-aggrediscono-le-guardie-giurate-di-un-centro-commerciale.html

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: