Taranto: Vigilante sventa rapina da 200mila euro

Taranto: Vigilante sventa rapina da 200mila euro

La prontezza di riflessi e l’esperienza, insieme forse con il ricordo della tragica fine di un collega a dicembre scorso, hanno permesso a due guardie giurate di sventare una rapina da 200mila euro ai danni dell’agenzia della Banca Nazionale del Lavoro in via Gregorio VII a Talsano.

L’episodio criminoso ha le stesse modalità di quella conclusasi tragicamente a dicembre scorso (come ricordiamo in un articolo a parte, ndr).

I due vigilanti della Secur di Bari, sono giunti davanti all’istituto di credito poco dopo mezzogiorno con il furgone blindato portavalori per un trasbordo di denaro contante. Come previsto dal programma di sicurezza in questi casi, uno dei due è rimasto alla guida del mezzo mentre l’altro con il sacco pieno di soldi si è diretto verso la banca. Giunto davanti all’entrata del bussolotto, dotato di metal detector, è stato avvicinato da due individui con volto coperto ed entrambi armati di pistola. Ma il collega rimasto a bordo del blindato era sull’allerta. Si è infatti accorto dell’arrivo di una Ford Escort Station Wagon di colore verde, da cui sono scesi i due rapinatori con il volto coperto. Ha quindi allertato, con un segnale convenzionale, l’altro vigilante suonando il clacson all’impazzata. Proprio l’allarme dato ha permesso alla guardia giurata di impugnare con sangue freddo la pistola in dotazione, di voltarsi con l’arma stretta in pugno e di puntarla contro i due assalitori che, spaventati e temendo forse il peggio, sono fuggiti a mani vuote ed a gambe levate.

I due malfattori sembra non abbiano tentato alcuna reazione per impossessarsi del denaro. Un particolare questo che fa sospettare gli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Taranto, diretti dal vice questore aggiunto Roberto Giuseppe Pititto, che entrambi potessero avere armi giocattolo modificate. Temendo un conflitto a fuoco, che fortunatamente non c’è stato (non è stato esploso alcun proiettile) ed in cui probabilmente avrebbero avuto la peggio, hanno deciso di rinunciare al “colpo” che probabilmente avevano studiato a tavolino e per il quale non avevano previsto la pronta reazione del vigilante. Particolare quest’ultimo che li ha colti di sorpresa sino a farli desistere dall’intento.

La pronta reazione dei due vigilanti e soprattutto i nervi saldi mantenuti dagli stessi hanno scongiurato il peggio visto che a poca distanza è presente la chiesa di Sant’Egidio e l’istituto comprensivo XXIV Circolo “Salvemini”.

Gli agenti della Mobile, che hanno avviato indagini per risalire ai due malviventi, hanno raccolto importanti elementi fra cui le immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza presenti in zona ed ora al vaglio della loro attenzione. Ma soprattutto sono riusciti ad individuare e recuperare la Ford Escort con la quale i banditi erano arrivati. Nella precipitosa fuga hanno preferito liberarsi del veicolo ed abbandonarlo in una via limitrofa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: