CCNL VIGILANZA PRIVATA: LA UILTuCS UIL DICE UN CHIARO E FERMO NO

CCNL VIGILANZA PRIVATA: LA UILTuCS UIL DICE UN CHIARO E FERMO  NO

UNIONE ITALIANA LAVORATORI TURISMO COMMERCIO E SERVIZI

ALL’ACCORDO PER IL RINNOVO DEL CCNL DELLA VIGILANZA PRIVATA
FIRMATO DA FILCAMS CGIL E FISASCAT CISL

La UILTuCS Uil non firmerà mai questo accordo, perché arretra clamorosamente sui
diritti acquisiti dai lavoratori e svaluta gravemente il salario, rinunciando a mantenerne
il potere d’acquisto.
Infatti, nella parte economica tale accordo prevede:
un aumento di 60 euro mensili lordi (scaglionati in 20 euro all’anno per i prossimi tre anni) a
copertura, quindi, di un periodo di 7 anni e cioè dei 4 trascorsi in assenza contrattuale e dei 3 prossimi di
vigenza del futuro CCNL e di altri 20 euro al 1 marzo 2016 come acconto sul futuro contratto, in questo
caso, quindi, a copertura addirittura di 8 anni;
una tantum di 450 euro erogata in rate di 150 euro all’anno per i prossimi tre anni; questo mentre
la sola indennità di vacanza contrattuale spettante ai lavoratori in virtù del contratto scaduto prevede una
erogazione in una unica soluzione, ad oggi di 1400 euro di arretrati e di 52 euro di aumento mensile
immediato al quarto livello (al posto dei 20 euro);
il dimezzamento dell’indennità autista o capo macchina;
Sul piano normativo è persino peggiore:
i cambi di appalto non garantiscono i diritti acquisiti e nemmeno danno certezza al mantenimento
dell’occupazione;
la flessibilità dell’orario di lavoro è concretizzata da un compensativo di ben due ore giornaliere, che
l’azienda potrà gestire con totale discrezionalità;
è istituito un periodo di 48 mesi di livelli e salario di ingresso per nuovi assunti, che per convenienza
aziendale favorirà il precariato (Contratti a Termine) al posto dei contratti a tempo indeterminato;
infine, c’è quanto di più incredibile – è abbassato l’inquadramento dei lavoratori, anche di quelli
in forza (quasi tutti verrebbero collocati al 4°liv.) e sono aboliti i gradi; inoltre tutti i lavoratori potranno
essere adibiti a qualsiasi mansione (dalle stelle alle stalle), di conseguenza sono abolite le tutele sul
demansionamento.
La UILTuCS Uil, si propone di difendere la categoria da questo scempio dei diritti delle Guardie
Giurate ed a tal fine dà le seguenti indicazioni:
i lavoratori, al pari degli iscritti alla Uiltucs per i quali ha già provveduto tale Organizzazione non essendo
essa firmataria, consegnino per iscritto all’azienda ed ai sindacati la loro dissociazione dall’accordo, con
l’auspicio che questi ultimi ritirino le loro firme dallo stesso o che l’azienda ne decida la non applicazione;
in caso contrario i lavoratori aprano, anche presso la Uiltucs, i contenziosi giudiziari per riottenere
l’eventuale mal tolto, compreso il demansionamento e l’indennità di vacanza contrattuale;
i lavoratori sostengano le piattaforme rivendicative, che la UILTuCS presenterà, per stipulare contratti
aziendali, territoriali o regionali, finalizzati a recuperare i diritti ed un salario in linea con il mantenimento
del potere d’acquisto.
La UILTuCS Uil per raggiungere tale scopo accetterà la collaborazione dei Sindacati e dei
RSA/RSU disponibili a prescindere dalle sigle di appartenenza.
LA UILTuCS UIL, INFINE, HA COMUNQUE RICHIESTO ALLE ASSOCIAZIONI DATORIALI DI
CONTINUARE LE TRATTATIVE PER RAGGIUNGERE UN ACCORDO PER IL RINNOVO DI UN CCNL
RISPETTOSO DEI DIRITTI ACQUISITI E DIGNITOSO NELL’ADUEGUAMENTO SALARIALE.
28 gennaio 2013.

Fonte: http://www.uiltucs.it/interna.php?id_news=120

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: