La Zecca dello Stato snobba il Ccnl: a piedi 88 guardie giurate

La Zecca dello Stato snobba il Ccnl: a piedi 88 guardie giurate

| Pubblicato il 10-01-2014 alle 15:00 | © Riproduzione riservata

fuoriconio

Da ieri 88 guardie giurate della Sicuritalia, che svolgevano servizio di sicurezza per l’Istituto Poligrafico Zecca dello Stato, non hanno più un lavoro. Il licenziamento è avvenuto perché dopo la seconda sentenza del Tar del Lazio, l’Istituto Poligrafico Zecca dello Stato ha stabilito la fine del servizio di Sicuritalia per il giorno 8 gennaio 2014. La società subentrante, e cioè la Securpol, non ha rispettato gli articoli 11, 24 e seguenti del Ccnl in materia di cambio di appalto: il contratto nazionale, infatti, avrebbe tutelato gli 88 lavoratori con il conseguente passaggio a Securpol.
vigilanzaInoltre, la Zecca dello Stato ha rifiutato la richiesta di Sicuritalia di prorogare i servizi fino al 31 gennaio 2014 e cioè dopo la data prevista per la sentenza del Consiglio di Stato che si pronuncerá il 28 gennaio. Il diniego ha portato Sicuritalia a dover licenziare 88 guardie giurate a Roma, con risvolti gravissimi per il destino dei lavoratori e delle loro famiglie, oltre 300 persone. Il consigliere comunale del Gruppo Misto Mino Dinoi e regionale del Psi Oscar Tortosa, hanno presentato due interrogazioni con le quali chiedono al sindaco di Roma Ignazio Marino e al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti se intendono “intraprendere azioni al fine di garantire che i termini del subentro siano differiti al 31 gennaio 2014 e per garantire la regolare assunzione del personale precedentemente impiegato come previsto dal Ccnl del settore vigilanza”.
“Saremo al fianco dei lavoratori – ha annunciato il consigliere Dinoi – durante il sit-in che si è svolto davanti alla sede del ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Il Poligrafico dello Stato deve farsi garante affinché le società interessate rispettino le regole imposte dal contratto nazionale a tutela dei lavoratori, tanto più in un momento di crisi economica che mette a dura prova le famiglie italiane. Il Ministero istituisca un tavolo di concertazione con le parti prima della sentenza del Consiglio di Stato”.

Fonte: http://romareport.it/3128/la-zecca-dello-stato-snobba-il-ccnl-piedi-88-guardie-giurate

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: