Vertenza Black Security, guardie giurate allo stremo per il mancato recepimento degli stipendi

Vertenza Black Security, guardie giurate allo stremo per il mancato recepimento degli stipendi

FOGGIA – “Gravissima preoccupazione per le insostenibili difficoltà economiche che vivono alcune guardie particolari giurate dell’istituto di vigilanza Black Security di Foggia”, viene espressa dalle segreterie provinciali di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil, a causa della mancata corresponsione degli stipendi dal mese di giugno. “Nonostante il senso di responsabilità dei lavoratori e del sindacato, manifestato nei diversi incontri con il titolare della Black Security, ancora non giungono segnali concreti affinché la situazione possa rientrare nel più breve tempo possibile e nella maniera più indolore, limitando le sofferenze di lavoratori e famiglie”, affermano i segretari generali Gianni Palma, Leonardo Piacquaddio e Elio Dota.

Nell’ultimo incontro tenuto nella sede della Fisascat di Foggia – ricordano i sindacati – dopo aver lamentato la mancata riscossione di ingenti crediti da aziende ed Enti committenti, la Black Security aveva garantito il ritorno alla normalità dei flussi stipendiali, già a partire dall’inizio di agosto. Il mancato adempimento di tale impegno ha quindi spinto i lavoratori ad iniziative di protesta personali al fine di sensibilizzare, ulteriormente a quanto già fatto dalle organizzazioni sindacali, tutte le Istituzioni competenti. In questa direzione, Filcams, Fisascat e Uiltucs, con nota congiunta del 26 agosto 2013, hanno dichiarato lo stato di agitazione, chiedendo contestualmente all’Ufficio di Governo Territoriale la convocazione di un incontro sulla vertenza.

“Non si capiscono tra l’altro – affermano le segreterie territoriali – alcune dichiarazioni aziendali sulla stampa locale, secondo cui il sindacato, seppur attento agli interessi dei propri rappresentati, avrebbe avallato la scelta aziendale di non corrispondere gli stipendi”. Affermazioni infondate  che Filcams, Fisascat e Uiltucs smentiscono categoricamente, ribadendo la volontà di proseguire nella lotta sindacale, anche mediante l’indizione, nei prossimi giorni, di uno sciopero, stante le sempre più preoccupanti criticità economiche in cui versano le famiglie dei dipendenti”.

16/09/2013 http://www.giornaledipuglia.com/2013/09/vertenza-black-security-guardie-giurate.html

Foggia: tentata rapina a portavalori, leggermente feriti tre vigilantes

Foggia: tentata rapina a portavalori, leggermente feriti tre vigilantes

Foggia, 3 mag. – (Adnkronos) – Hanno affiancato un furgone portavalori con una pala meccanica e l’hanno costretto ad accostare per rapinarlo. Il mezzo pero’ e’ finito fuori strada.

A quel punto i banditi, una decina in tutto giunti a bordo di auto, hanno rinunciato forse perche’ il furgone si trovava in una posizione a causa della quale era evidentemente impossibile aprirlo. E’ accaduto stamane vicino all’aeroporto militare ‘Amendola’ di Foggia, sulla strada statale 89 per Manfredonia.

Durante l’assalto sono stati esplosi alcuni colpi d’arma da fuoco che non hanno colpito nessuno. I tre vigilantes sono rimasti feriti a causa dell’uscita fuoristrada del furgone. Hanno riportato rispettivamente 5, 7 e 10 giorni di prognosi. Sull’episodio indagano i carabinieri.

Fonte: www.libero-news.it/regioneespanso.jsp?id=403086

FOGGIA: ASSALTO AL PORTAVALORI IN GALLERIA. SENZA BOTTINO

FOGGIA: ASSALTO AL PORTAVALORI IN GALLERIA. SENZA BOTTINO

SONO RIMASTI A BOCCA ASCIUTTA I RAPINATORI CHE HANNO TENTATO L’ASSALTO AL PORTAVALORI OGGI IN UNA DELLE GALLERIE CHE DA MATTINATA CONDUCONO A VIESTE.

IL COMMANDO, COMPOSTO DA CIRCA SETTE BANDITI, HA TESO UNA TRAPPOLA ALL’IMBOCCO DELLA GALLERIA PIÙ LUNGA, LA PALOMBARI, DUE CHILOMETRI IN CUI POTER AGIRE IN TUTTA TRANQUILLITÀ.

MA I RAPINATORI NON HANNO FATTO O CONTI CON IL SANGUE FREDDO DEI VIGILANTI.

A BORDO DI DUE AUTO, HANNO INSEGUITO IL FURGONE DELLA BLACK SECURITY DI FOGGIA SPARANDO ALL’IMPAZZATA COLPI DI KALASHNIKOV E MITRAGLIETTA.

L’AUTISTA DEL PORTAVALORI HA CONTINUATO A CORRERE CERCANDO DI RAGGIUNGERE AL PIÙ PRESTO L’USCITA DELLA GALLERIA E FACENDO COSÌ DI FATTO DESISTERE I RAPINATORI CHE SONO FUGGITI VIA A MANI VUOTE.

PER FORTUNA, NESSUN FERITO MA SOLO TANTA PAURA PER I VIGILANTI.

SONO CERTI CHE I BANDITI FOSSERO ITALIANI PERCHÉ LI HANNO SENTITI URLARE MENTRE INTIMAVANO ALL’AUTISTA DI FERMARSI.

07/09/09 19:32:07

Fonte: http://www.telenorba.it/home/news_det.php?nid=11661

Furto alla NP Service: 5milioni di euro il bottino

Furto alla NP Service: 5milioni di euro il bottino

Un furto da capogiro quello compiuto nella notte tra il trenta aprile e il primo maggio ai danni della ditta Np Service di Foggia. I ladri, hanno portato via dal caveau della ditta ben 5milioni di euro. Si tratta dell’istituto di vigilanza trasporto valori N.P. Service che vede nel suo organico oltre trenta guardie giurate. Chi ha realizzato il colpo, disattivando tutti i sistemi di sorveglianza, è riuscito a introdursi all’interno nell’istituto di vigilanza sito al Villaggio degli Artigiani, asportando il denaro che questa mattina avrebbe dovuto rifornire gli uffici postali cittadini e della provincia. Soldi destinati al pagamento delle pensioni. Da una prima analisi effettuata dai carabinieri pare che ad entrare nella struttura sia stata una sola persona. La stessa che avrebbe eluso ogni allarme, avrebbe anche aperto alcune porte blindate. Sarebbe poi andata dritta verso il caveau. L’uomo -sostengono gli investigatori – era probabilmente già a conoscenza -della combinazione della cassaforte, anche perchè non sono stati riscontrati segni di effrazione. Il malvivente avrebbe agito tra l’una e le tre del mattino. Ad attenderlo fuori, forse, alcuni complici.

Tatiana Bellizzi

FOGGIA, 2 maggio 2009 Fonte: http://www.teleradioerre.it/news/articolo.asp?idart=44037

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: