Napoli, rapina in banca interna al Monaldi: terrore in ospedale

Napoli, rapina in banca interna al Monaldi: terrore in ospedale

Ospedale MonaldiOspedale Monaldi
ultimo aggiornamento: 26 ottobre, ore 21:25

Napoli – (Adnkronos) – Uno dei banditi indossava la divisa da Finanziere, altri tre la pettorina con la scritta Guardia di Finanza ed erano armati. Quando è arrivato il furgone portavalori, i malviventi hanno disarmato le tre guardie giurate ed hanno preso i soldi

 Fonte: http://www.adnkronos.com/IGN/Regioni/Campania/Napoli-rapina-in-banca-interna-al-Monaldi-terrore-in-ospedale_313833625252.html

CRONACA: Guardia Giurata scopre un ladro e lo uccide. Indagano i carabinieri

CRONACA: Guardia Giurata scopre un ladro e lo uccide. Indagano i carabinieri

NAPOLI (di Emilia Sensale) – Stava svaligiando un negozio, la Guardia giurata l’ha scoperto: la colluttazione, uno sparo, il ladro giace a terra senza vita. È quanto accaduto a Sant’Antonio Abate, in provincia di Napoli. “La Guardia Giurata 38enne G.B. – racconta Giuseppe Alviti, presidente dell’Associazione nazionale Guardie Particolari Giurate – ha sorpreso un 49enne già noto alle Forze dell’Ordine mentre era intento a rubare parti meccaniche in un negozio di autoricambi. Nella notte, la Guardia Giurata, che risulta essere secondo quanti sè appreso alle dipendenze dell’ istituto di vigilanza privato ‘Il Gabbiano’, ha fermato l’uomo, ma il ladro 49enne non si è spaventato ed ha tentato la fuga: il vigilante è riuscito a raggiungere l’uomo, ne è nata una colluttazione durante la quale sarebbe partito un colpo dalla pistola della Guardia Giurata, che ha prontamente avvisato il proprio datore di lavoro ed ha chiamato poi i carabinieri, che indagano sull’accaduto. La Guardia Giurata, secondo le ultime indiscrezioni in merito, è stata iscritta nel registro degli indagati per omicidio colposo”.

23 ottobre 2012 Fonte: http://www.napolivillage.com/Provincia/cronaca-guardia-giurata-scopre-un-ladro-e-lo-uccide-indagano-i-carabinieri.html

 

Blitz dei carabinieri a Napoli 13 arrestati clan Mazzarella

Blitz dei carabinieri a Napoli  13 arrestati clan Mazzarella

Operazione del Ros contro la criminalità organizzata della zona di San Giovanni a Teduccio, attiva soprattutto per le estorsioni. Sono finiti in carcere anche alcuni responsabili dell’omicidio di una guardia giurata avvenuto nel 2009

Blitz dei carabinieri a Napoli  13 arrestati clan Mazzarella

Sono tredici in tutto gli uomini del clan Mazzarella finiti in manette nel corso dell’operazione “Santa Lucia” condotta dai carabinieri del Ros e dal comando provinciale di Napoli. L’arresto è stato eseguito su richiesta della procura distrettuale Antimafia del capoluogo. I tredici uomini sono accusati a vario titolo di associazione mafiosa, omicidio, detenzione illegale di armi, estorsione, contraffazione di marchi e di supporti audiovisivi.

Al centro delle indagini lo storico clan “Mazzarella” di San Giovanni a Teduccio, attivo nelle estorsioni a commercianti anche nei rioni Luzzatti, del Connolo e della Maddalena.

Tra gli arrestati ci sono alcuni dei responsabili dell’omicidio di una delle guardie giurate rimaste coinvolte nell’agguato avvenuto in piazza del Carmine, a Napoli il 4 agosto 2009.

5 ottobre 2011 Fonte: http://napoli.repubblica.it/cronaca/2011/10/05/news/blitz_dei_carabinieri_a_napoli_13_arrestati_clan_mazzarella-22722485/

In sette rapinano portavalori, portati via 150mila euro

In sette rapinano portavalori, portati via 150mila euro

carabinieri_rapina_portavalori_poste

NAPOLI (di Raffaele De Lucia)- Far west questa mattina a Miano dove è andata in scena un rapina cruenta con tanto di sparatoria in strada. Il tutto è andato in scena intorno alle 8 quando all’apertura dell’ufficio postale un gruppo di sette rapinatori, in tuta nera e con il volto coperto da passamontagna hanno bloccato il furgone portavalori puntando le armi al volto delle due guardie giurate. Sotto la minaccia delle pistole i malviventi si sono fatti consegnare i soldi presenti nel vano posteriore del mezzo blindato, circa 150mila euro. Nel corso della rapina una delle guardie giurate è riuscita ad esplodere un colpo di pistola che forse ha raggiunto uno dei rapinatori.

La reazione allo sparo è stata immediata da parte di un altro malvivente che ha ferito con il calcio di un fucile alla testa il vigilantes. Dopo la rapina i sette sono fuggiti facendo perdere per ora le proprie tracce. Sulla rapina indaga la Squadra Mobile.

3 ottobre 2011 Fonte: http://www.napolivillage.com/Napoli/cronaca-in-sette-rapinano-portavalori-portati-via-150mila-euro.html

PER NON DIMENTICARE GAETANO MONTANINO

PER NON DIMENTICARE GAETANO MONTANINO

Presso la Cappella della Beata Vergine del Santuario di Pompei, don Tonino Palmese officerà una messa in memoria della guardia giurata di Ottaviano uccisa a Piazza Mercato a Napoli il 4 agosto 2009.

Giovedì 29 settembre 2011, alle ore 18, all’interno della Cappella della Beata Vergine del Santuario di Pompei, il vicepresidente della Fondazione Pol.i.s. e referente regionale di Libera don Tonino Palmese officerà una messa in memoria di Gaetano Montanino (foto), la guardia giurata uccisa a Piazza Mercato a Napoli il 4 agosto 2009.

Sarà presente una delegazione della Fondazione Pol.i.s. e del Coordinamento campano dei familiari delle vittime innocenti della criminalità. Per non dimenticare il sacrificio di Gaetano, riportiamo qui in breve la sua storia:
Il 04/08/2009 Gaetano Montanino, guardia giurata, è ucciso durante una sparatoria avvenuta in piazza Mercato, a Napoli. Montanino e un collega, Fabio De Rosa, sono nella macchina di servizio dell’istituto per cui lavorano, “la Vigilante”, per il loro giro abituale di controllo delle attività commerciali. Tutto sembra in ordine, la zona è pressoché deserta.

Le due guardie vengono però avvicinate da due delinquenti che intimano la consegna delle armi. Gaetano e Fabio resistono. Scoppia il conflitto a fuoco. Gaetano viene colpito da 8 colpi di pistola, il compagno è più fortunato. I sei proiettili che lo colpiscono non ledono parti vitali. La sera stessa dell’omicidio viene fermato uno dei due delinquenti, Davide Cella, rimasto ferito durante la sparatoria. La testimonianza del vigilante De Rosa permette di ricostruire la dinamica dei fatti ai poliziotti della Squadra Mobile che in ospedale trovano non solo Fabio, ma anche Davide Cella. Gaetano Montanino lascia la moglie e una giovane figlia.
(Fonte foto: Rete Internet)

Autore: C.S.

Fonte: http://www.ilmediano.it/aspx/visArticolo.aspx?id=14841

Tragedia sfiorata a Casavatore: guardia giurata reagisce a rapina e ferisce 2 malviventi

Tragedia sfiorata a Casavatore: guardia giurata reagisce a rapina e ferisce 2 malviventi

Poteva concludersi nel sangue un tentativo di rapina avvenuto ieri a Casavatore: 4 malviventi giunti a bordo di due moto ed armati fino ai denti hanno tentato di rapinare una coppia che viaggiava all’interno della propria automobile, senza sapere di trovarsi di fronte ad una guardia giurata fuori servizio.

I banditi si sono impossessati degli orologi della coppia ma, approfittando del caos della situazione, la guardia giurata ha estratto la sua pistola di ordinanza, regolarmente detenuta, ed ha esploso alcuni colpi verso i suoi aggressori.

Come conseguenze alla rapina avvenuta alle porte di Napoli: poco dopo 4 malviventi si sono presentati all’ospedale Cardarelli di Napoli per farsi curare delle ferite da arma da fuoco.

Solo tempo dopo, successivamente agli accertamenti, si è giunti ad identificare e collegare i due feriti alla rapina di Casavatore: si trattava di due giovanissimi, uno di 18 e l’altro di 21 anni, le condizioni di quest’ultimo destano qualche preoccupazione in più. Entrambi i ragazzi risiedono a Scampia, il difficile quartiere a nord di Napoli, non molto distante da Casavatore. I 2 aspiranti rapinatori sono ora agli arresti e piantonati in ospedale per scongiurare eventuali tentativi di fuga o reazione.

17/04/2011 fonte: http://www.levanteonline.net/cronaca/regio…alviventi-.html

Criminalita’: assalto a portavalori, ferita guardia giurata

Criminalita’: assalto a portavalori, ferita guardia giurata
Raid nel Napoletano, bottino da 50.000 euro

(ANSA) – NAPOLI, 31 GEN – Assalto a un portavalori a Casavatore, nel Napoletano, bottino 50.000 euro. Il raid e’ stato condotto da quattro uomini armati a bordo di un furgone.

Una guardia giurata che ha tentato di reagire e’ rimasta lievemente ferita.

Le sue condizioni non destano particolari preoccupazioni. Il colpo e’ avvenuto poco prima delle 15 nei pressi del Banco di Credito Popolare. (ANSA)

Fonte: http://www.ansa.it/web/notizie/regioni/cam…1613553262.html

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: