Vigilanza privata: record di cigs (+25%) e disoccupazione (+52%) nel 2013

Vigilanza privata: record di cigs (+25%) e disoccupazione (+52%) nel 2013

19:20 (ANSA) – MILANO (MF-DJ)–
Nuovo record di ammortizzatori sociali nel settore della vigilanza privata nel 2013. In base ai dati Inps elaborati dall’Osservatorio Assiv (l’associazione nazionale delle aziende di vigilanza privata e servizi fiduciari aderente a Confindustria) sulla sicurezza sussidiaria e complementare, le ore di cassa integrazione straordinaria nel 2013 sono ammontate a 1.404.115 con un aumento del 25% rispetto al 2012. L’impennata, si legge in una nota, si e’ avuta nel quarto trimestre con oltre 587.000 ore di Cigs, pari al 42% dell’intero ammontare di ore utilizzate nell’anno. Le aziende che piu’ hanno fatto ricorso a questo ammortizzatore sono collocate nelle regioni meridionali e centrali, con Calabria (316 mila ore), Puglia (313 mila ore), Lazio (295 mila ore) e Toscana (180 mila ore) che da sole coprono l’88% del monte ore consumate, mentre a livello provinciale al primo posto c’e’ Roma con 265 mila ore seguita da Cosenza con 217 mila. All’aumento della Cigs e’ corrisposto un calo della Cig in deroga, che con 768.219 ore e’ scesa del 29% rispetto al 2012 e ha interessato in particolare le province di Caserta (342 mila ore) e Roma (179 mila ore). Aumenti record anche per disoccupazione e mobilita’. In base ai dati elaborati dall’Osservatorio ASSIV le domande di disoccupazione, le cui indennita’ sono state sostituite da gennaio 2013 con gli Assegni Sociali per l’Impiego (ASpI e Mini ASpI), sono salite nell’anno a 4.909, interessando quindi oltre il 10% delle circa 48 mila guardie giurate impiegate nel settore, con una crescita del 52% rispetto alle 3.215 domande presentate nel 2012. Anche le domande di mobilita’ hanno avuto una crescita record del 51%, raggiungendo quota 1.245 rispetto alle 820 domande dell’anno precedente. A livello territoriale le aziende piu’ colpite dalla disoccupazione sono quelle della provincia di Roma, con 594 domande, e Milano con 353 domande. Le stesse province, in ordine invertito, guidano anche la classifica delle domande di mobilita’: Milano al primo posto con 214 domande, seguita da Roma con 173 domande.
com/fch (fine) MF-DJ NEWS 3019:20 apr 2014
01/05/2014 Fonte: http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Economia/Vigilanza-privata-record-cigs-disoccupazione-2013/30-04-2014/1-A_012128525.shtml

Rinnovo CCNL vigilanza privata: Federsicurezza scopre le carte

Rinnovo CCNL vigilanza privata: Federsicurezza scopre le carte

Scritto da Ilaria GaraffoniSabato 22 Giugno 2013 08:58

ROMA – Il 21 giugno si è tenuta la programmata riunione tra i rappresentanti delle OO.SS. Filca
ms Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil
e i rappresentanti di
Federsicurezza
per il rinnovo del
Contratto collettivo nazionale
per dipendenti da Istituti di Vigilanza Privata.
Dopo aver ribadito la propria indisponibiltà ad inserire nella rinnovanda cornice contrattuale
figure diverse dalle guardie particolari giurate, la parte datoriale ha presentato le proprie
proposte sui principali temi normativi (cambio d’appalto, classificazione, malattia, contrattazione
di secondo livello, indennità). Federsicurezza ha inoltre formulato una proposta economica di
partenza così articolata: aumento di 85 euro finali a partire dall’attuale ultravigente contratto
(+40% rispetto al contratto Assiv anche partendo dalle valutazioni sulla paga base – al 7% nella
proposta Federsicurezza contro il 5% del contratto Assiv).
L’accredito della prima tranche, di euro 25, partirà dal primo luglio 2013. Per l’una tantum
Federsicurezza ha proposto 600 euro (+33% rispetto ai 450 del contratto Assiv) suddivisi in 4
tranches. La parte datoriale non ha peraltro escluso la possibilità di ritoccare, in melius, tutte le
indennità e in particolare quelle per i servizi più disagiati (zona stradale notturna e diurna),
nonchè di reintrodurre il terzo livello super nella classificazione.
Questa migliore offerta economica può essere tuttavia giustificabile solo con il raggiungimento
di un accordo su altre voci contrattuali che possano portare dei miglioramenti in termini di
flessibilità, produttività e gestione del servizio. “In relazione alla malattia, chiediamo – come già
previsto da molti contratti collettivi nazionali del commercio e dei servizi – il pagamento solo
parziale dei primi tre giorni di astensione. Questo al fine di arginare i purtroppo diffusi fenomeni
di assenteismo selvaggio. Siamo comunque disposti a discuterne” – dichiara Piergiulio Petrone,
Presidente della Commissione Sindacale di Federsicurezza.
Le rappresentanze di parte sindacale si sono riservate di valutare la proposta in tempi brevi,
con un riaggiornamento già calendarizzato per il prossimo 25 giugno.

Ilaria Garaffoni

Fonte: http://www.vigilanzaprivataonline.com/riforma-tulps/63-riforma-tulps/724-rinnovo-ccnl-vigilanza-privata-federsicurezza-scopre-le-carte.html

Mestre, assalto a portavalori con kalashnikov

Mestre, assalto a portavalori con kalashnikov

VENEZIA. Erano quattro, secondo le testimonianze raccolte dalla polizia, i banditi che ieri in zona Darsena alla periferia di Mestre, a pochi chilomteri da Venezia, hanno assaltato un furgone portavalori della Civis impossessandosi di 800mila euro destinati ad un istituto bancario di Venezia. I rapinatori armati di mitraglietta o kalashnikov hanno affrontato le tre guardie giurate che avevano la responsabilità del trasporto mentre queste stavano scaricando dal furgone i sacchi contenente il denaro per caricarli su una imbarcazione ormeggiata alla darsena.
Una volta bloccati i tre, i banditi hanno prelevato a mano i sacchetti e si sono allontanandosi probabilmente su automobili posteggiate poco lontano, in zona non visibile dalla darsena. Le indagini della polizia sono orientate a ricostruire le diverse fasi della rapina: una fune è stata rinvenuta penzolante da un muro di un edificio prospicente la Darsena, nel quale si trova una pizzeria, e, nello stesso stabile, è stato anche trovato rotto un lucernario. Tra le ipotesi, che i banditi si siano introdotti nel locale e abbiano aspettato all’interno il momento giusto per agire.
Nel pomeriggio sono stati sentiti i portavalori che hanno ricostruito l’accaduto. Le indagini sono in corso ed è intervenuta anche una squdra di sub a scandagliare il fondale della Darsena.
Gli investigatori stanno ricostruendo ogni momento della rapina, condotta da professionisti, per cercare di capire anche quale direzione possano aver preso i malviventi per fuggire.

6 gennaio 2010 Fonte: http://www.julienews.it/notizia/cronaca/me…_cronaca_2.html

ROMA: POLIZIA SCOPRE IRREGOLARITA’ A ISTITUTO VIGILANZA

ROMA: POLIZIA SCOPRE IRREGOLARITA’ A ISTITUTO VIGILANZA

Roma, 7 apr. – (Adnkronos) – Irregolarita’ sono emerse all’Istituto di Vigilanza Sipro di via Salone a Roma. A scoprirle la divisione amministrativa e sociale della polizia. Il prefetto, con un decreto emesso il 26 marzo, ha disposto che il titolare dell’Istituto, V.G. ,e la societa’ con la quale l’Istituto ha stipulato la fideiussione, dovranno versare 91mila e 801 euro alla Tesoreria centrale dello stato.

Il provvedimento e’ scattato a seguito di una serie di controlli che la polizia ha effettuato lo scorso 3 giugno 2008. Durante i controlli gli agenti hanno riscontrato l’inosservanza di disposizioni del regolamento della Questura.

In particolare l’istituto non e’ risultato indipendente da altre attivita’ commerciali poste nello stesso edificio. Inoltre, lo scorso 7 novembre, un furgone portavalori dell’Istituto ha subito una rapina. Dagli accertamenti effettuati in merito e’ emerso che non era stato utilizzato il prescritto sistema di difesa passiva ad avanzata tecnologia di macchiatura delle banconote e che non erano state rispettate le procedure relative alla fase di consegna dei valori.

Fonte: http://www.libero-news.it/adnkronos/view/96245

OMICIDIO GUARDIA GIURATA NAPOLI: UN ARRESTO

OMICIDIO GUARDIA GIURATA NAPOLI: UN ARRESTO

In manette uno dei responsabili dell’agguato a Umberto Concilio

(ANSA) – NAPOLI, 1 APR – Gli agenti della squadra mobile di Napoli hanno arrestato uno dei responsabili dell’ omicidio della guardia giurata Umberto Concilio. L’omicidio avvenne il 17 gennaio scorso in Via Tribunali, nei pressi di Castel Capuano, mentre Concilio stava rientrando in auto, dopo aver effettuato il consueto giro di vigilanza. Le indagini della polizia hanno consentito di identificare il giovane, che agi’ con un complice e che, all’epoca dei fatti, era minorenne.

Fonte: http://www.ansa.it/site/notizie/regioni/ca…_101274282.html

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: